Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Il cardinale tuona contro gli influencer: “Distorsione della comunicazione”

 In occasione della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali

Stare in guardia dal mondo degli influencer. Ieri l’arcivescovo Giuseppe Betori, durante l’omelia in occasione della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, ha preso spunto dalle parole del Papa “per esortare la comunicazione a porsi di fronte alla realtà in modo limpido e onesto, partendo da una concreta esperienza, lasciandosi guidare dallo stupore di fronte alla realtà, oltre ogni manipolazione e pregiudizio”. 
 
Il porporato, 74enne umbro, a Firenze dal 2008, ha continuato: “Nelle parole del Papa si stabilisce un parallelismo tra l’esperienza della fede come esperienza di un incontro e l’esercizio della comunicazione come conoscenza dei fatti nella loro concretezza. Sullo sfondo si staglia la minaccia del prevalere di opinioni standardizzate, elaborate nei luoghi di fabbricazione del consenso, sotto l’imperativo del politicamente corretto e degli interessi economici, favoriti dalla velocità e capacità moltiplicativa che caratterizza i moderni mezzi di comunicazione sociale. Il fenomeno dei cosiddetti influencer è paradigmatico di questa distorsione della comunicazione”.

"Papa Francesco, nel suo messaggio, ha parole severe nel denunciare «una informazione preconfezionata, “di palazzo”, autoreferenziale, che sempre meno riesce a intercettare la verità delle cose e la vita concreta delle persone, e non sa più cogliere né i fenomeni sociali più gravi né le energie positive che si sprigionano dalla base della società. […] Se non ci apriamo all’incontro, rimaniamo spettatori esterni, nonostante le innovazioni tecnologiche che
hanno la capacità di metterci davanti a una realtà aumentata nella quale ci sembra di essere immersi. Ogni strumento è utile e prezioso solo se ci spinge ad andare e vedere cose che altrimenti non sapremmo, se mette in rete conoscenze che altrimenti non circolerebbero, se permette incontri che altrimenti non avverrebbero
” ha concluso il cardinale.  
 
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cardinale tuona contro gli influencer: “Distorsione della comunicazione”

FirenzeToday è in caricamento