rotate-mobile
Cronaca

Carabinieri accusati di stupro: chiesta condanna a 5 anni e 8 mesi

E' la richiesta della pm per Camuffo, chiesto il rinvio a giudizio per Costa

Udienza preliminare questa mattina a Firenze per i due (ex) carabinieri accusati di violenza sessuale, nella notte tra il 6 e il 7 settembre del 2017, nei confronti di due giovani studentesse americane di 19 e 21 anni.

Cinque anni e otto mesi di carcere: è questa la richiesta di condanna in rito abbreviato (che prevede lo sconto di un terzo della pena) formulata dalla pm Ornella Galeotti, davanti al gup Fabio Frangini, per il 44enne Marco Camuffo. Per l'altro imputato, il 32enne Pietro Costa che invece ha scelto il rito ordinario, è stato chiesto il rinvio a giudizio.

A tutti e due l'accusa contestata l'aggravante di aver agito abusando della qualità di carabiniere in servizio. Le ragazze quella notte furono fatte salire a bordo della gazzella dai militari, in servizio, di fronte alla discoteca Flò di piazzale Michelangelo e riaccompagnate a casa in centro.

I due ex militari (sono stati destituiti dall'Arma in seguito all'episodio) hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali con le due ragazze nell'appartamento, affermando però che le studentesse fossero consenzienti. Una versione ripetuta anche oggi da Camuffo ma sempre respinta dalle giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri accusati di stupro: chiesta condanna a 5 anni e 8 mesi

FirenzeToday è in caricamento