Cronaca

Tramvia, settimana di fuoco: chiude per sempre via Guido Monaco

Da lunedì 4 luglio prima i lavori, poi il tram. Tutti i cantieri e le modifiche alla circolazione

I lavori della linea 2 della tramvia arrivano al nodo cruciale, con via Guido Monaco che chiuderà e non riaprirà mai più al traffico privato: prima ci saranno i lavori di realizzazione dei binari, e poi la sede stradale sarà a regime occupata interamente dalla circolazione della tramvia. Lunedì 4 luglio la strada verrà chiusa alla circolazione e contestualmente scatterà la riorganizzazione del trasporto pubblico urbano e della mobilità privata.

La settimana successiva, dall’11 luglio, lavori e divieti di transito andranno a interessare anche via Alamanni. Per quanto riguarda la linea 3, giovedì 7 luglio sarà attivata la corsia per le ambulanze in viale Morgagni. Ecco nel dettaglio le modifiche alla circolazione:

Linea 2

Gli interventi propedeutici alla chiusura di via Guido Monaco inizieranno la mattina, per poi arrivare all'attivazione del divieto di transito intorno alle 20. Per quanto riguarda la mobilità privata,i veicoli provenienti da viale Redi e diretti verso Ponte alla Vittoria possono continuare ad utilizzare viale Belfiore. Quelli che invece vogliono raggiungere viale Fratelli Rosselli, una volta arrivati in viale Belfiore devono posizionarsi sulle corsie a sinistra del viale per poi svoltare a destra all’altezza dell’edificio d’angolo tra viale Belfiore e viale Fratelli Rosselli ed entrare sul controviale di viale Fratelli Rosselli dove sono già state aperte le due corsie protette. A questo punto i veicoli diretti in viale Strozzi possono rientrare sul viale mentre quelli diretti alla stazione di Santa Maria Novella imboccano via Jacopo Da Diacceto che ha già cambiato senso di marcia (verso la stazione). I veicoli provenienti da viale Belfiore possono rientrare in viale Fratelli Rosselli anche grazie alla svolta che è stata istituita accanto alla porta monumentale. 

La cantierizzazione in fase di allestimento in corrispondenza dell’intersezione tra viale Belfiore-viale Redi-via Benedetto Marcello comporta la specializzazione delle carreggiate del sottopasso tra Strozzi e Belfiore. I veicoli diretti a Porta a Prato-Ponte alla Vittoria devono obbligatoriamente utilizzare la canna lato Fortezza; è invece possibile per i mezzi in transito nella canna lato viale Redi di rientrare sulla direttrice verso Porta a Prato. 
I veicoli privati provenienti dall’area di Dalmazia-Careggi (anche da Sesto) e diretti verso piazza della Libertà possono utilizzare anche l’itinerario via del Romito-via Spadolini-via Caduti di Nassirya (rampa lunga)-piazzale Montelungo e grazie al nuovo semaforo entrare in viale Strozzi, imboccare il sottopasso e dirigersi su viale Lavagnini. Oppure, se diretti verso Porta a Prato-Ponte alla Vittoria, possono utilizzare la cosiddetta rampa corta (via della Rivoluzione Ungherese) per poi rientrare su viale Strozzi ed arrivare in viale Belfiore.

Linea 3

Novità in vista anche per quanto riguarda la linea 3. Da lunedì 4 luglio per realizzare l'attraversamento della sede tranviaria in corrispondenza dell'incrocio via dello Statuto-via Puccinotti scatterà il divieto di transito in piazza della Costituzione. Il tratto interessato è quello compreso tra via dello Statuto e via XXIV Maggio.

Da giovedì 7 luglio riaprirà la terza corsia di viale Morgagni con l’accensione degli impianti semaforici, corsia che, anche a tramvia in funzione, sarà riservata ai mezzi di soccorso diretti al polo ospedaliero di Careggi. I lavori sono stati articolati per fasi e in modo da lasciare una corsia aperta per il traffico locale e gli incroci transitabili. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tramvia, settimana di fuoco: chiude per sempre via Guido Monaco

FirenzeToday è in caricamento