rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Campi Bisenzio

Campi Bisenzio: "Falsificavano autorizzazioni abitative per gli extracomunitari", indagati quattro dipendenti comunali

Secondo le accuse della procura, avrebbero tra l'altro "gonfiato" le superfici degli alloggi per permettere il ricongiungimento familiare degli inquilini

Quattro dipendenti del Comune di Campi Bisenzio sono indagati a vario titolo per abuso d’ufficio e falso ideologico: secondo le accuse, avrebbero rilasciato autorizzazioni abitative nei confronti di cittadini extracomunitari parzialmente false, per permetterne i ricongiungimenti familiari.

I dipendenti pubblici finiti sotto inchiesta sono l'istruttore direttivo tecnico del Comune di Campi Bisenzio Franco Pepi, l'esperto in attività tecnico-progettuali Elia Diodati e l'ex collega Emanuele Di Martino, oltre all'ex specialista amministrativo-contabile Gloria Giuntini. Le indagini sul loro conto si sono concluse in questi giorni e il sostituto Ester Nocera della procura di Firenze ne chiederà presto il rinvio a giudizio.

L’esame complessivo dei fascicoli acquisiti nei mesi scorsi dal nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza fiorentina presso gli uffici comunali campigiani, riguardanti le idoneità alloggiative rilasciate tra il 2015 e il 2018 a cittadini cinesi, indiani, cingalesi, marocchini, albanesi e pakistani avrebbe infatti evidenziato, in alcuni casi, l’indicazione sui certificati di una superficie degli alloggi superiore a quella effettiva, oppure la non corretta esistenza dei requisiti igienico-sanitari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi Bisenzio: "Falsificavano autorizzazioni abitative per gli extracomunitari", indagati quattro dipendenti comunali

FirenzeToday è in caricamento