Croce Rossa: al via la campagna “Cresce il caldo, cresce la prevenzione!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

La riduzione degli effetti negativi delle ondate di calore è possibile: alcuni interventi precauzionali possono limitare considerevolmente l'impatto di questi fenomeni. La Croce Rossa di Firenze rilancia "Cresce il caldo, cresce la prevenzione" con un numero verde gratuito 800 – 065510 attivo h 24 per fornire informazioni, supporto e assistenza. A partire dall’esperienza del servizio CRI Per Te portato avanti e sviluppato durante la pandemia del Covid-19, la Croce Rossa di Firenze ha implementato la cosiddetta “domiciliarità leggera”, dedicandola alle esigenze del territorio cittadino, con percorsi individualizzati volti a dare una risposta efficace alle persone in difficoltà. La Croce Rossa di Firenze sarà quindi sempre disponibile per la consegna dei farmaci e spesa per over 65, immunodepressi e persone fragili, tele-compagnia per chi passerà i mesi più caldi da solo e trasporti sociali per anziani e malati che dovranno recarsi in ospedale per controlli o accertamenti sanitari, in modo da evitare il più possibile le occasioni di esposizione al caldo di chi è considerato a rischio. "Nonostante il periodo estivo - sottolinea il Presidente della Croce Rossa Italiana di Firenze Lorenzo Andreoni - abbiamo deciso di mantenere attivi i nostri servizi per le fasce più deboli della comunità, andando anzi ad incrementarne l'offerta. Tutto questo - ha concluso Andreoni - è possibile grazie all'impegno dei nostri volontari sempre presenti". Croce Rossa, ovunque e per chiunque Numero verde gratuito: 800 065510 attivo h 24

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento