rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Calcio storico, Monaco (Lega): “Disabili abbandonati sotto il sole, trattati come bestie"

La consigliera comunale del Carroccio attacca: "Il Comune si organizzi a garantire a tutti la visione di questa tradizione”

“Sono stata per la prima volta a vedere il calcio storico, al quale ogni anno è invitato in tribuna d’onore il Consiglio comunale. Per me non è stato possibile andare lì con i miei colleghi perché neanche l’arena di Santa Croce è stata costruita in modo accessibile per la carrozzina. Quindi, sono stata costretta a raggiungere la pedana adibita per le persone con disabilità: mi fa piacere vedere che anche nelle cerimonie comunali, di un Comune dove una persona con disabilità rappresenta le istituzioni, i disabili siano trattate come bestie". Così la consigliera comunale della Lega Michela Monaca dopo la finale del calcio storico di venerdì, che ha visto la vittoria degli Azzurri sui Rossi.

"Innanzitutto la pedana può contenere solo pochissime persone con disabilità, specificamente in carrozzina, perché non ci sono sedie né per chi ha un’altra disabilità (persone con stampelle o deambulatore), né per gli accompagnatori. Per di più, la pedana 'disabili' è completamente al sole", attacca Monaco, che per spostarsi necessita di una carrozzina.

"Inoltre, un gruppo di cittadini – continua la consigliera – mi ha portato a conoscenza che il biglietto per i disabili è a prezzo pieno e il numero garantito per i disabili è di soli quattro posti. Io sono sconfortata. Anche questa volta l’amarezza è grande e spero con tutto il cuore che il Comune per l’anno prossimo possa organizzarsi meglio, in modo da includere davvero anche le persone con disabilità”.

Solidarietà a Monaco e critiche sulla gestione da parte del Comune sono arrivate anche dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Roverto De Blasi e Lorenzo Masi.

“Con profondo stupore denunciamo la carenza di posti riservati a disabili e anziani durante le partite del Calcio Storico Fiorentino. Questa manifestazione. Non capiamo perché il Comune abbia riservato solo quattro posti per persone con disabilità e anziani, oltretutto a pagamento, con tariffa piena e in spalti assolati, con poca visibilità per chi è costretto in carrozzina. Com’è possibile che l’Amministrazione Comunale non abbia pensato alle necessità di chi ha difficoltà di movimento e ha bisogno di spazio per poter manovrare le proprie carrozzine o i mezzi di ausilio? Esprimiamo la nostra solidarietà verso tutti quei cittadini e cittadine più deboli – dichiarano De Blasi e Masi – che non hanno potuto partecipare alle partire del calcio storico per la scarsa sensibilità dimostrata dal Comune”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio storico, Monaco (Lega): “Disabili abbandonati sotto il sole, trattati come bestie"

FirenzeToday è in caricamento