rotate-mobile
Cronaca

Cacciatore disperso: ritrovato morto nel laghetto artificiale dai sommozzatori

Scomparso ieri pomeriggio. Aveva 70 anni

Un cacciatore disperso da ieri pomeriggio nel comune di Scansano (Grosseto) è stato ritrovato ormai privo di vita in un laghetto artificiale utilizzato per l’irrigazione dei campi in località Pomonte, sulle cui sponde erano presenti il cane dell'uomo e alcuni effetti personali.

Sono stati i sommozzatori di Firenze a effettuare un’immersione dotati del “didson”, un sonar portatile ad alta definizione che utilizza un segnale ad alta frequenza, ritrovando il corpo del disperso a circa 20 metri dalla sponda del laghetto ad una profondità di circa 2,50 metri.

Sommozzatori nel lago grossetano

Precedetemente, i sommozzatori dei vigili del fuoco di Grosseto e una squadra del distaccamento dei vigili del fuoco di Orbetello, allertati dai carabinieri, avevano effettuato una prima serie di immersioni in prossimità del punto di probabile ultimo avvistamento, scandagliando le sponde del laghetto lungo le quali sarebbero poi arrivati alcuni familiari del disperso.

A causa del fondo particolarmente melmoso e dell’assenza di visibilità in acqua, era poi stato richiesto il supporto del nucleo sommozzatori di Firenze, dotati appunto di specifiche attrezzature per la ricerca strumentale in basso fondale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacciatore disperso: ritrovato morto nel laghetto artificiale dai sommozzatori

FirenzeToday è in caricamento