menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bulli minacciano un prof a Lucca, ancora un video shock degli studenti

Toccafondi chiede una punizione esemplare. Gli psicologi: "Non generalizzate"

Ha fatto il giro del web in pochissime ore il video di uno studente di un'istituto tecnico di Lucca che ordina al professore di italiano di dargli una sufficienza altrimenti si sarebbe "arrabbiato". "Inginocchiati e dammi un sei", si sente nel video. Non sarebbe un caso isolato. Altri studenti dello stesso Istituto avrebbero minacciato gli insegnanti con le stesse modalità.  In un secondo video si vede un ragazzo con un casco che fa finta di dare una testata al professore in cattedra. Altre immagini mostrano scene di prepotenza contro i docenti e in un altro video si sentono studenti che imprecano e bestemmiano. I video sono stati tutti acquisiti dalla polizia postale dopo che lo stesso preside aveva denunciato la loro presenza in rete senza che i volti dei minorenni fossero stati oscurati come prevede la legge in caso di minorenni.

Il video ha suscitato diverse reazioni. "Occorre fare attenzione a non cadere in una condanna superficiale e generica al mondo della scuola o ai giovani di oggi, si tratta di dinamiche tra persone che sono complesse e che coinvolgono i nostri ragazzi, tutti noi adulti insegnanti compresi e i valori che stiamo proponendo nella nostra società", ha detto il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana, Lauro Mengheri.

Il mondo della politica sta già dicendo la sua. La Lega Nord Toscana parla della necessità di una maggiore attenzione da parte dei genitori. “A fronte di ciò - ha dichiarato la capogruppo in consiglio regionale Elisa Montemagni - penso che sia necessario introdurre appositi corsi di educazione civica, fin dagli anni delle elementari e che i genitori siano maggiormente attenti e meno permissivi nei confronti di figli che, poi, assumono, inevitabilmente, atteggiamenti così dispotici ed indegni verso i propri insegnanti…”.

Per l'ormai ex sottosegretario all'istruzione e deputato fiorentino Gabriele Toccafondi serve una punizione esemplare. "Occorre intervenire in maniera netta e decisa per contrastare con forza le azione di violenza, anche solo verbale, che arrivano dai ragazzi, anche attraverso un percorso educativo. Credo sia necessaria una punizione giusta e ferma che sia realmente educativa per il ragazzo che a Lucca con atti di violenza verbale ed ingiurie ha intimidito il suo professore", ha detto l'onorevole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Casting per il nuovo film di Pieraccioni: come fare domanda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento