rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Bonus da 200 euro: a chi spetta, quando arriva e cosa bisogna fare per averlo

Intervento del governo con il "decreto Aiuti": la misura per contrastare il rincaro delle materie prime ed energetiche

Arriva il bonus da 200 euro, un contributo "una tantum" disposto dal governo con il "decreto Aiuti" come sostegno ai cittadini per contrastare i rincari dei prezzi, dalle materie prime a quelle energetiche. In totale la misura raggiungerà circa 30 milioni di italiani.

I destinatari del bonus

Il bonus andrà a dipendenti pubblici e privati, pensionati, ma anche a lavoratori autonomi, colf, badanti e lavoratori stagionali. E anche a disoccupati e percettori di reddito di cittadinanza. Tutte queste categorie, per ricevere il bonus, dovranno avere un reddito inferiore a 35 mila euro annui.

Per il calcolo si tiene conto dei redditi di qualsiasi natura (compresi quelli esenti da imposta o soggetti a ritenuta alla fonte o a imposta sostitutiva), ma non rientrano nel conteggio la prima casa, i Tfr e le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata, gli assegni familiari e l’assegno unico universale, le indennità di accompagnamento. Il bonus non costituisce reddito ai fini fiscali, non è cedibile, sequestrabile, o pignorabile.

Per i pensionati, se oltre alla pensione si percepiscono altri redditi come un affitto, questi vengono considerati per il calcolo del limite di reddito dei 35 mila euro.  

Come viene erogato e quando arriva

Per i lavoratori dipendenti il bonus verrà inserito automaticamente nelle buste paga di luglio, per i pensionati nelle pensioni erogate dall'Inps nello stesso mese. Il datore di lavoro riconoscerà automaticamente il bonus, salvo poi verificare in sede di conguaglio se spetta o meno al lavoratore in questione. Qualora risultasse che la somma non era dovuta, il datore di lavoro la recupererà in otto rate sulle buste paga successive.

Per i pensionati l'Inps effettuerà i controlli reddituali con l’Agenzia delle entrate e, qualora il limite di reddito fosse superato, recupererà la somma chiedendone il rimborso entro 5 anni.

Non si conoscono ancora le modalità di erogazione per lavoratori autonomi e professionisti: si parla della costituzione di un apposito fondo, ma ne sapremo di più quando il governo emanerà un apposito decreto. Comunque il pagamento dovrebbe avvenire sempre nel mese di luglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus da 200 euro: a chi spetta, quando arriva e cosa bisogna fare per averlo

FirenzeToday è in caricamento