rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Porta a Prato

Bomba della camorra contro la pizzeria: condannati i mandanti

L’ordigno esplose la notte del 23 febbraio 2021 nei pressi della stazione Leopolda

Il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Firenze, al termine del giudizio abbreviato, ha condannato tre cittadini italiani, imputati come mandanti dell'attentato alla pizzeria “Pizza Cozze Babà”, in zona Porta al Prato.

L’ordigno esplose la notte del 23 febbraio 2021, nei pressi della stazione Leopolda. Confezionata artigianalmente, la potente bomba carta danneggiò il bandone della pizzeria e infranse la porta di ingresso in vetro.

Bomba della camorra in pizzeria: arrestati i mandanti, condannati gli esecutori

Dalle indagini della Dda, emerse subito che si trattava di un messaggio in stile mafioso, poi contestualizzato in una guerra tra clan camorristici in corso in Campania.

La pizzeria, secondo quanto emerso in fase di indagine, era infatti stata acquistata subito dopo l'inizio della pandemia ed era diventata base delle riunioni di un clan per gestire i suoi affari criminali a Firenze, in particolare il traffico di droga.

Camorra in Toscana, scontro tra clan a Firenze: dalla Campania per mettere la bomba alla pizzeria di Porta al Prato / VIDEO

La triplice condanna è stata emessa per i reati di danneggiamento, detenzione e porto illegale di esplosivi, entrambi aggravati dalla finalità di agevolazione dell'associazione di tipo camorristico denominata ‘clan Piedimonte’, operativo a Nocera Inferiore.Due imputati sono stati condannati alla pena di 4 anni di reclusione, il terzo a 3 anni.

Le indagini dell'antimafia fiorentina, compiute nelle settimane successive all’attentato, portarono a 10 arresti, di cui 7 in carcere e 3 ai domiciliari. Gli esecutori dell'attentato sono già stati condannati dal tribunale fiorentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba della camorra contro la pizzeria: condannati i mandanti

FirenzeToday è in caricamento