Bistecca fiorentina patrimonio Unesco: scatta la polemica

All'attacco l’Associazione Gabbie Vuote Onlus Firenze che ha inviato agli organi italiani Unesco una lettera dove chiede di respingere la proposta

Nei giorni scorsi è stato ufficialmente fondato il comitato per presentare all'Unesco la candidatura della bistecca fiorentina: una notizia accolta con piacere dal sindaco Dario Nardella che aveva lanciato l’idea durante l’ultima assemblea dell’Accademia della Fiorentina. Ma ora è forte la presa di posizione di chi non condivide questa decisione. 

A far sentire la propria voce è l’associazione Gabbie Vuote Onlus Firenze che informa di aver inviato una lettera agli organi italiani Unesco dove chiede di respingere l’inserimento della bistecca alla fiorentina nel Patrimonio dell'Umanità. Attraverso una nota, a firma della presidente Mariangela Corrieri, l’associazione spiega: “Il Comune di Firenze intende lanciare la bistecca alla fiorentina (ricavata da bovini non solo di razza chianina), come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. Questa presunzione non tiene conto di quanti siano le crudeltà e i danni che tale tipo di alimentazione comporta”. E ancora: “I bovini vengono allevati, non soltanto a stabulazione fissa (legato alla mangiatoia), confinato in box, liberi in recinti o al pascolo ma, soprattutto, in allevamenti intensivi dove la vita degli animali è prigionia, tortura quotidiana dove non sono più individui ma numeri, chilogrammi di carne”. 

Una lunga lettera dove l'associazione sottolinea: "Un altro danno è l’abuso di antibiotici necessari a controllare le malattie degli animali causate dall'eccessivo stress e dalla vita contro natura. Questo abuso di antibiotici – si legge - alimenta l'antibiotico resistenza che solo in Italia è responsabile della morte di 5.000-7.000 persone ogni anno, e in Europa di 25.000 (fonte EFSA/ECDC), che  produrrà, secondo l'OMS, nel giro di 30 anni, più morti per le infezioni batteriche  che per il cancro (10 milioni in tutto il mondo). Riteniamo che sia più che coerente alla realtà, un giudizio esclusivamente negativo dell'Unesco, organismo dell'ONU come l'OMS e la FAO, lasciando che la bistecca alla fiorentina resti un sistema barbaro e crudele di alimentarsi (come tanti altri del resto) nel terzo millennio in cui il rispetto per la vita degli animali sta evolvendo nella sempre più illuminata coscienza globale”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento