"Il fatto non costituisce reato": assolta l'ex direttrice del Museo degli Innocenti

Annamaria Bertazzoni era accusata di falso ideologico e abuso d'ufficio. Assolti anche gli altri due imputati

Assolta, con la formula "perché il fatto non costituisce reato", l'ex direttrice del Museo degli Innocenti Annamaria Bertazzoni, finita a processo per abuso d'ufficio e falso ideologico relativamente a presunte irregolarità nei lavori di ampliamento del museo.

Stessa formula per la sentenza di assoluzione di Alessandro Romolini, responsabile del procedimento accusato di concorso formale in falso ideologico.

Assolto "perché il fatto non sussiste" anche Aldo Fortunati, accusato di falso ideologico commesso da privato in un atto pubblico.

Secondo l'accusa, dopo aver affidato a uno studio di architetti la progettazione esecutiva dell'intervento sul museo, avrebbe scoperto alcuni errori progettuali ma invece di contestarli avrebbe accettato due varianti che hanno fatto aumentare le spese a carico dell'ente di 650.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento