Bekaert: 252 lavoratori senza cassa integrazione, il presidio / FOTO

La re-industrializzazione è ancora in alto mare

Foto tratta dalla pagina Facebook 'Fiom Firenze'

Questa mattina davanti alla Prefettura si è tenuto un presidio per ricordare a tutti che 252 lavoratori Bekaert sono ancora in attesa di notizie riguardo il processo di re-industrializzazione dello stabilimento e del pagamento della cassa integrazione, reintrodotta ma ancora non autorizzata dall'Inps. Lo scrive in una nota la Fiom Cgil Firenze. 

Il segretario generale della Fiom-Cgil Firenze, Daniele Calosi, ha detto: "Invito Fim e Uilm fin dal 28 marzo a mettere in campo tutte le iniziative utili affinché tutti e 252 i lavoratori passino alle stesse condizioni economiche, normative e retributive nella nuova azienda".

La Fiom, ha concluso Calosi: Nnon ha mai fatto accordi separati, e non li farà nemmeno questa volta" 

Bekaert: cassa integrazione

Calosi, è stato ricevuto dal prefetto. Si è concluso l’incontro in Prefettura, dopo un breve aggiornamento sullo stato attuale della vicenda Bekaerti. Il prefetto si è reso disponibile a continuare a monitorare la situazione prendendo contatti con il Ministero.

Il 28 marzo prossimo ci sarà un nuovo incontro con il Ministero dello Sviluppo Economico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra multata non ci sta: "Non paghiamo, pronti a ripartire quando sarà possibile"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, Giani: "Oggi 2.336 contagiati, dati si stanno stabilizzando"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento