Cronaca

Barberino: quattro lavoratori licenziati, sciopero e presidio alla Vega

Fiom Cgil: "Adesione oltre il 70%, l'azienda non vuole la cassa integrazione"

Foto Fiom Firenze

La Vega di Barberino di Mugello (azienda che opera nella produzione in materiale composito e acciai speciali in vari settori tra cui difesa, nautica e illuminazione) ha deciso di licenziare 4 dei 26 lavoratori in forza. Questa mattina la Fiom Cgil ha quindi organizzato uno sciopero di due ore e un presidio davanti alla sede dell'azienda in concomitanza all'incontro previsto presso l'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Firenze dove il sindacato ha incontrato i vertici della Vega. 

"Circa il 70% dei lavoratori ha aderito allo sciopero - spiega Fabio Ammavuta della Fiom Cgil di Firenze - e dal presidio è passato anche il sindaco di Barberino di Mugello Giampiero Mongatti, grazie a questa partecipazione abbiamo fissato un altro incontro con l'azienda sempre all'Ispettorato per il 30 ottobre. La Vega non sembra intenzionata a volere la cassa integrazione per i licenziati, ci ha detto che vuole ridurre i costi che significa mandare a casa i dipendenti. Noi andiamo avanti". 

L'azienda avrebbe ridotto il proprio fatturato a causa della perdita di commesse nel settore navale. Dei quattro licenziati, tre sono donne. "Sono anche lavoratori con situazioni particolari - continua Ammavuta - o hanno figli piccoli oppure sono troppo giovani per andare in pensione e troppo anziani per reinserirsi nel mondo del lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barberino: quattro lavoratori licenziati, sciopero e presidio alla Vega

FirenzeToday è in caricamento