Cronaca

Sette ristoranti in bancarotta: i titolari chiedono di patteggiare la pena

Si tratta degli ex gestori de Le Lance, Il Pallaio, l'Aviazione di Campo di Marte, il James Joyce Pub, il Povero Pesce e La Piazza del Vino

Hanno chiesto di patteggiare la pena i due imprenditori, Artemio Olianas, 66 anni e Simone Mugnaini, 53 anni, accusati dalla procura di Firenze di bancarotta fraudolenta in relazione alla gestione di sette società che gestivano noti ristoranti quali Le Lance, Il Pallaio, l'Aviazione di Campo di Marte, il James Joyce Pub, il Povero Pesce e La Piazza del Vino.

Olianas, assistito dagli avvocati Luca Bisori e Salvatore Paratore, ha chiesto di patteggiare una pena a 4 anni e sei mesi di reclusione, mentre Mugnaini, difeso dai legali Enrico Zurli e lo stesso Bisori, ha chiesto il patteggiamento a 4 anni.

Bancarotte 'a catena': arrestati due ristoratori

L'udienza davanti al gip che dovrà decidere sui patteggiamenti per i quali la pm Christine Von Borries, titolare dell'inchiesta, ha dato parere favorevole, si terrà il prossimo 4 marzo.

I due imprenditori erano stati arrestati lo scorso 29 giugno, finendo ai domiciliari. Secondo la guardia di finanza, avrebbero omesso di pagare debiti con l'Erario accumulati dalle società a loro riferibili attraverso un sistema di cessioni di ramo d'azienda, per un totale di circa 4,5 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette ristoranti in bancarotta: i titolari chiedono di patteggiare la pena

FirenzeToday è in caricamento