Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Bancarotta e false fatture: sequestrati 600mila euro a un imprenditore del Fiorentino

Nel mirino della procura una società operante nel settore della fabbricazione di macchine per imballaggio, dichiarata fallita nel 2018

I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Firenze hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip del tribunale di Firenze su richiesta del pm Fabio Di Vizio, che ha riguardato beni e liquidità sottratti dal patrimonio di una società della provincia di Firenze operante nel settore della fabbricazione di macchine per imballaggio, dichiarata fallita nel 2018.

Le indagini, svolte dal nucleo di polizia economico-finanziaria di Firenze, hanno permesso di ricostruire la gestione societaria che, secondo il gip, avrebbe portato “alla sistematica, consapevole e programmata spoliazione della società”.

All’indagato è stato contestato di essersi appropriato, attraverso vari meccanismi illeciti (alterazioni di libri e scritture contabili e fatture false) del complesso produttivo della società fallita, costituito da numerosi beni strumentali e impianti del valore di circa 200mila euro, destinandolo a un’altra società (sempre amministrata dallo stesso indagato e che, di fatto, ha proseguito l’attività della prima); di ricavi e iva per oltre 270mila euro relativi ad attività svolte dalla fallita, incassati dall’altra società; di oltre 130mila euro della cassa societaria, destinati a finalità personali.

Inoltre, la società fallita avrebbe anche emesso fatture false nei confronti dell’altra società per abbatterne i ricavi e le imposte dovute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta e false fatture: sequestrati 600mila euro a un imprenditore del Fiorentino

FirenzeToday è in caricamento