Cronaca Le Cascine / Viale Francesco Redi

Viale Redi, avvocato massacrato di botte nel suo studio legale

Quarantacinque i cinque giorni di prognosi. Sul posto gli agenti del commissariato di San Giovanni. Due persone sono state denunciate per lesioni

Rissa

E’ finito in ospedale a Careggi con fratture all’orbita dell'occhio sinistro e alla mandibola. Sul primo referto del Cto sono quarantacinque i cinque giorni di prognosi per un avvocato di 48 anni aggredito lunedì da due fratelli, entrambi siciliani, di 40 e 41 anni, nel suo studio legale in un palazzo di viale Redi.

A dare l’allarme intorno alle 12 e trenta è stato un passante, dopo aver sentito urlare la vittima. L’uomo ha fermato una pattuglia del commissariato di San Giovanni che poi si è vista arrivare incontro il legale con il volto tumefatto. Gli agenti hanno dapprima chiamato il 118 poi hanno ricostruito la vicenda.

Da quanto appreso, i fratelli dovevano consegnare delle carte a un collega della vittima, quest’ultimo difensore del più giovane dei due in un procedimento per reati contro il patrimonio.  L’avvocato però era assente, la coppia si sarebbe presentata ben oltre l’orario indicato per consegnare la documentazione, ma i due sono comunque voluti entrare nello studio. Una volta dentro si sono diretti verso la stanza del loro avvocato ma sono stati invitati dalla vittima a uscire perché sulla scrivania era presente della documentazione del tribunale. Da qui ne è nato un diverbio sfociato poi in una colluttazione. L’avvocato è stato colpito con una raffica di pugni, poi è stato minacciato di morte. L’avvocato, sdraiato a terra, ha cominciato a gridare: “Mi stanno ammazzando”. Nel pomeriggio la polizia ha convocato la coppia in questura denunciandoli per lesioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Redi, avvocato massacrato di botte nel suo studio legale

FirenzeToday è in caricamento