rotate-mobile
Cronaca San Casciano in Val di Pesa

Autopalio: il prefetto invita Anas a intervenire

Dopo l'incontro con i sindaci

E' sempre più difficile la situazione dell'Autopalio, la superstrada che collega Firenze a Siena. Da più di un anno i cantieri aperti da Anas sono fermi. Il prefetto Lega ieri ha incontrato i sindaci dei comuni di Greve in Chianti, San Casciano Val di Pesa e Barberino Tavarnelle, che hanno ancora una volta denunciato la grave situazione in cui versa la superstrada sottolineando che Anas non è mai stata in grado di dare risposte attendibili circa la ripresa dei lavori e la presumibile fine degli stessi. 

Il Prefetto, già a conoscenza della questione, ha subito fissato per il 26 luglio prossimo un incontro con Anas presso la Prefettura alla presenza del Prefetto di Siena e dei sindaci dei Comuni interessati. 

Se Anas non sarà in grado di rispondere riguardo allo stallo dei lavori, Lega informerà il ministro dei trasporti (Danilo Toninelli) su quanto sta accadendo. 

Intanto la Cisl fa sapere che i ritardi di Anas sono dovuti alla mancanza di personale, nella Regione mancherebbero almeno 149 addetti affinché l'azienda possa essere a regime.  Il segretario generale della Fit-Cisl Toscana Stefano Boni, invita Anas a “rispettare gli accordi sottoscritti, selezionare le risorse necessarie per la manutenzione delle strade e fare le assunzioni, come si è impegnata in prefettura a Firenze il 17 aprile scorso.”

In particolare mancherebbero 88 cantonieri, 56 operatori e 5 sorveglianti. "I lavori per la manutenzione e l’adeguamento della Firenze-Siena non sembrano mai finire - ha affermato Boni - in particolare quello sul viadotto dei Falciani, dove il traffico ad una sola corsia crea delle code infinite; e bisogna anche capire come mai in alcuni tratti dove sono già stati eseguiti poco tempo fa dei lavori, nuovamente assistiamo al deterioramento del manto stradale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autopalio: il prefetto invita Anas a intervenire

FirenzeToday è in caricamento