Cronaca

Suv parcheggiato bloccò l’autobus: assolto ex giocatore della Fiorentina

Il tribunale di Firenze ha assolto un ex calciatore della Fiorentina accusato di interruzione di pubblico servizio dopo che nel 2008 bloccò il passaggio all’autobus 17 della linea Ataf

E' stato assolto dal tribunale di Firenze l'ex calciatore di Fiorentina, Arezzo e Perugia, Mauro Della Martira, accusato di interruzione di pubblico servizio per aver posteggiato il suo Suv su una rotonda di Firenze bloccando il transito di 17 autobus di linea dell'Ataf. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a due mesi di carcere. Il giudice Lisa Gatto ha emesso una sentenza di assoluzione perché il fatto non costituisce reato. La vicenda risale al 13 aprile 2008, una domenica, quando Della Martira, che abitualmente vive a Milano, sostò il Suv in un punto di via Il Prato dove a causa dei lavori per la prima linea della tramvia di Firenze il traffico - compreso quello delle linee Ataf - era stato modificato da qualche giorno.

Della Martira, assistito dall'avvocato Vieri Adriani, andò alla messa e accompagnò una delle figlie, che abitano a Firenze, dopodiché, tornando alla vettura, trovò una multa dei vigili urbani. Non bastò per l'ex difensore viola pagare la sanzione ma su di lui furono aperte indagini della procura di Firenze mentre l'Ataf, rappresentata dall'avvocato Gianluca Gambogi, lamentò un disservizio per 17 mezzi che a causa della posizione del Suv furono bloccati, subirono ritardi fino a 45 minuti e vennero deviati nel percorso. Il giudice ha ritenuto che l'ingorgo ci fu e che venne causato da Della Martira il quale comunque agì in buona fede, non ritenendo di poter arrecare con quella sosta un disagio alla viabilità dell'Ataf, anche perché non vivendo abitualmente a Firenze era ignaro dei recenti cambiamenti del traffico. Motivazioni della sentenza tra 15 giorni. (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suv parcheggiato bloccò l’autobus: assolto ex giocatore della Fiorentina

FirenzeToday è in caricamento