rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Via Baccio da Montelupo

Autista dell’autobus messo ko con un pugno 

Il lavoratore stava rientrando in deposito. Denunciato un cittadino straniero 

Lasciato a terra con il naso sanguinante per aver tentato di bloccare un ragazzo che aveva scagliato una pietra contro l’autobus mandando in frantumi il vetro della portiera anteriore.

E’ successo nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle 13 e trenta, quando un lavoratore Ataf di 38 anni stava riportando il mezzo in deposito. 

All’altezza di Via Baccio da Montelupo, al mezzo si è avvicinato un cittadino straniero che ha battuto allo sportello chiedendo di salire. Il lavoratore ha però spiegato che stava portando il mezzo - fuori servizio - in deposito e che quindi non poteva trasportarlo. 

Il giovane ha però colpito con alcuni pugni la porta e poi ha preso una pietra che ha scagliato contro la vetrata mandandolo in frantumi. Il 38enne l’ha quindi raggiunto per chiedere spiegazione e, per tutta risposta, è stato atterrato con un pugno al volto. 

Le circostanze hanno voluto che proprio in quel frangente stesse passando una volante della polizia che ha visto l’autobus fermo in strada e il lavoratore ferito. Quest’ultimo è stato soccorso dagli agenti e poi trasportato all’ospedale di Torregalli.

Un secondo equipaggio è intervenuto per raggiungere il giovane aggressore. Qui è stato bloccato e perquisito: indosso portava un cacciavite e un coltello a serramanico.

Il 23enne, cittadino gambiano, già noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato per danneggiamento, lesioni personali e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. 

Aggressioni ai lavoratori: scatta lo sciopero sui treni
 
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista dell’autobus messo ko con un pugno 

FirenzeToday è in caricamento