Cronaca

Ataf, sciopero degli autobus revocato: scatta la protesta con i “bus lumaca”

La decisione dopo lo 'stop' all'ultimo sciopero proclamato: "Palazzo Vecchio pensa solo al trasporto privato"

Continua la protesta dei lavoratori Ataf: per lunedì prossimo, 15 maggio, sindacati e Rsu annunciano “bus lumaca” per l'intera giornata, oltre ad un 'blitz' in Palazzo Vecchio, durante i lavori del consiglio comunale.

Sindacati e autisti protestano contro l'organizzazione del traffico attorno alla stazione, chiedono l'estensione della Ztl e lo stop all'accesso per le auto private, assieme ad un aumento delle corsie preferenziali e ad un potenziamento delle linee che consenta far arrivare più comodamente i cittadini in centro.

“L'amministrazione comunale pensa solo al trasporto privato, lo dimostra il video del sindaco Dario Nardella (diffuso su Facebook, ndr) su come raggiungere in auto la stazione. Perché non ha girato un simile video su come raggiungere la stazione in bus?”, chiedono Massimo Milli (Faisa Cisal) e Alessandro Nannini (Rsu).

“L'assessore alla mobilità - proseguono i sindacalisti -, chiede di non usare l'auto, poi sposta il capolinea dei bus alla Leopolda o al piazzale Montelungo: come fanno i cittadini ad arrivare alla stazione senza usare l'auto? E' un paradosso”.

La nuova forma di protesta arriva dopo che la commissione di garanzia ha contestato la regolarità dello sciopero indetto per il 15 maggio, portando alla revoca dello stesso.

“I bus - concludono i sindacalisti, che chiedono un incontro con sindaco e azienda -, diventeranno 'lumache' perché seguiremo alla lettera le normative aziendali e il codice della strada, dal controllare se ci sono nuovi graffi prima di partire al chiamare i vigili senza fare manovre di sorpasso se le corsie preferenziali sono bloccate da un'auto in sosta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ataf, sciopero degli autobus revocato: scatta la protesta con i “bus lumaca”

FirenzeToday è in caricamento