Cronaca Centro Storico

Ataf vuole aumentare anche il costo del biglietto cartaceo

Dopo il biglietto via sms, in arrivo l'aumento a 1,50 euro del biglietto cartaceo, parola del presidente di Ataf Gestioni

Gli utenti, sono in attesa di un ravvedimento di Ataf prospettato dalle istituzioni, e si trovano invece sparata addosso una doccia fredda, gelata. Mentre è in corso un paradossale braccio di ferro tra Comune e Provincia tra l’assessore Stefano Giorgetti che oggi parla per conto di Palazzo Vecchio e lo stesso Giorgetti che fino a pochi mesi fa era rappresentante della volontà di Palazzo Medici, vera protagonista dello scontro resta però Ataf.
All’Azienda si è rivolta in queste ore la politica per sollecitare il blocco dell’aumento giudicato “inopportuno” vuoi per i tempi, come ha detto
Giorgetti, vuoi nei modi come sostenuto da più partiti politici che si sono visti telefonare dagli elettori preoccupati del rincaro del servizio di trasporto urbano.

Ataf corre ai ripari e torna sui propri passi? Neppure per idea. Renato Mazzoncini vorrebbe aumentare anche il tagliando di carta per poter “investire negli autobus” anche in base ad eventuali indicazioni che possono arrivare dal Comune di Firenze.

Ataf propone dunque di rincarare ad 1,50 euro anche il ticket cartaceo. Ma non c’è il rischio “abusivismo” paventato da Palazzo Vecchio? Il presidente dichiara a La Repubblica che il giorno dell’aumento “Abbiamo venduto 100 biglietti in più di qualsiasi giorno della settimana precedente”.

Da preservare non sarebbe il tagliando della corsa semplice, ma l’abbonamento, questo il pensiero dell’azienda che non vede nel biglietto un “problema sociale”. Perché? Perché la corsa semplice sarebbe ad uso e consumo “del viaggiatore occasionale, del turista e dei viaggiatori abusivi” tutte categorie di poco conto secondo il pensiero aziendale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ataf vuole aumentare anche il costo del biglietto cartaceo

FirenzeToday è in caricamento