rotate-mobile
Cronaca Barberino Tavarnelle

Barberino Val d’Elsa, assolto dirigente comunale dall’accusa di abuso d’ufficio

Il sindaco: "Cancellata quell'ombra che una denuncia anonima aveva gettato e che si allungava in maniera cupa sulla macchina comunale"

Assolto il responsabile dell’area tecnica del comune di Barberino Val d’Elsa, Loris Agresti, dall'accusa di abuso d'ufficio nel processo sul progetto per la realizzazione della Casa della Cultura Alda Merini. Il giudice ha decretato che  ‘il fatto non sussiste' in merito all’accusa di abuso d’ufficio.  A rendere noto l’esito del processo l’ufficio stampa del Comune di Barberino.

"L'esito positivo della vicenda processuale - ha commentato il sindaco Maurizio Semplici - è importante per due motivi: perché da questa vicenda ne escono puliti il responsabile dell'ufficio tecnico comunale e il progettista dei lavori perché le motivazioni dell'assoluzione non lasciano dubbi sulla onestà e correttezza di entrambi. In secondo luogo perché da questa sentenza viene cancellata quell'ombra che una denuncia anonima aveva gettato e che si allungava in maniera cupa sulla macchina comunale lasciando intuire comportamenti illeciti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barberino Val d’Elsa, assolto dirigente comunale dall’accusa di abuso d’ufficio

FirenzeToday è in caricamento