rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Le Cascine

Un nuovo asilo nido alle Cascine / FOTO

In una palazzina abbandonata da anni

Sopralluogo al cantiere per il nuovo asilo nido alla palazzina del piazzale delle Cascine, ieri, per l'assessora al sociale e candidata sindaca del centrosinistra Sara Funaro.

Il progetto del nido d’infanzia alle Cascine, a cura dello Studio Capanni, "preserva la volumetria esistente, garantendone la messa in sicurezza strutturale; al tempo stesso, adotta un approccio innovativo sia dal punto di vista pedagogico (gli ambienti interni sono improntati a una didattica moderna e qualificata) che nell’organizzazione degli spazi interni ed esterni dell’edifico. Nella progettazione, grande attenzione è riservata alla sostenibilità ambientale. I lavori sono eseguiti dalla ditta Elia Restauri s.r.l.", si spiega in una nota.

I lavori sono iniziati lo scorso mese di gennaio ed il nuovo nido, che dovrebbe essere pronto ad accogliere i bimbi dal settembre 2025, è destinato ad accogliere tre sezioni divise per età, per un totale di 50 alunni.

Il nuovo nido prevede il recupero di un immobile attualmente abbandonato, da alcuni anni, che ospitava prima alloggi popolari. L’investimento, dell’importo complessivo di 2 milioni e 93 mila euro, è stato finanziato con 1 milione e 66 mila euro con risorse Pnrr e il restante con risorse comunali, alle quali si aggiunge un contributo della Fondazione CR Firenze del valore di 61.500 euro più Iva per la sua progettazione definitiva. Al sopralluogo assieme a Funaro e c'era anche la vicepresidente della Fondazione CR Firenze Maria Oliva Scaramuzzi.

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI FIRENZETODAY

Scaramuzzi e Funaro hanno fatto il punto su sei progetti sostenuti dalla Fonodazione e su trentadue progetti che sorgeranno grazie ai fondi Pnrr.

"La nuova scuola media Ghiberti, il nuovo nido d’infanzia alle Cascine, il nuovo polo natatorio a San Bartolo a Cintoia, il Parco Florentia, il nuovo edificio scolastico da 24 aule nel polo di San alvi e l’istituto superiore Prunaia a Campi Bisenzio: questi sei progetti strategici, la cui progettazione definitiva è sostenuta economicamente dalla Fondazione CR Firenze, hanno ottenuto oltre 32 milioni di euro dai fondi PNRR (per la precisione 32.204.956) e 7 milioni di euro da altri bandi europei. Gli studi di fattibilità e la progettazione, per un importo complessivo stanziato di circa 585 mila euro, sono stati sostenuti da Fondazione CR Firenze e realizzati da diversi studi di architettura in collaborazione con gli Uffici tecnici del Comune di Firenze", si spiega.

“Presentiamo i progetti che nascono in collaborazione con la Fondazione CR Firenze - ha detto l’assessore Funaro-: si tratta di più di 32 milioni euro di finanziamenti Pnrr oltre a 7 milioni di finanziamenti Pon Metro. Oggi siamo alle Cascine dove sorgerà un nuovo nido da 50 posti, una riqualificazione di un luogo abbandonato per dare un’ulteriore risposta alle famiglie e ai bambini”. “Ci sono poi altri progetti in corso - ha continuato -, per esempio il Parco Florentia o altre scuole come la Ghiberti, che saranno edifici che terranno conto delle esigenze formative ma anche della sostenibilità e della sicurezza”. “Nasceranno anche altri nidi, per esempio alla Manifattura Tabacchi o all’Arcovata e altri ancora vedranno lavori di riqualificazione e ampliamento - ha concluso Funaro -: il nostro obiettivo primario è quello di andare ad abbattere le liste di attesa per dare più risposte alle famiglie e più offerta educativa per i più piccoli”.

"Un giorno importante – ha dichiarato la Vice Presidente di Fondazione CR Firenze Oliva Scaramuzzi - perché abbiamo la prova concreta dell’efficacia del nostro intervento che, per la sua rapidità, ha consentito di far giungere sul territorio quasi 40 milioni di euro, tra fondi Pnrr e fondi europei. Un importo davvero significativo che consentirà di poter attuare altre importanti progetti in favore della collettività".

NUOVA SCUOLA MEDIA GHIBERTI. La nuova scuola secondaria di primo grado Ghiberti è stata progettata da Archea Associati. L’investimento, dell’importo complessivo di 20.752.207 euro, è stato finanziato interamente con risorse Pnrr finalizzate alla rigenerazione urbana. Il progetto prevede la demolizione e la ricostruzione della scuola e della palestra di Legnaia. Tutte le funzioni saranno riunite in un solo edificio, per cui il nuovo complesso scolastico è concepito come una somma di spazi per studio, sport, musica e altre attività. La nuova scuola sarà realizzata con criteri innovativi di sostenibilità: illuminazione e ventilazione naturale, recupero dell’acqua piovana e sistema di verde a protezione contro lo smog, le alte temperature e il rumore. L’edificio è composto da una serie di blocchi parallelepipedi combinati tra loro. La ditta aggiudicataria, Iozzino Costruzioni Generali s.r.l., inizierà i lavori nel prossimo mese di aprile. Nel frattempo, è stata completata la demolizione del vecchio edificio.

PISCINA SAN BARTOLO A CINTOIA - Nell’area di San Bartolo a Cintoia sarà realizzato un Parco sportivo di circa 10 ettari dotato di un centro natatorio. La progettazione è curata da Ipostudio Architetti. Il nuovo centro natatorio prevede una piscina con copertura mobile, una piscina con gradinate, quattro spogliatoi per gli utenti, due per gli istruttori e due per il personale, una sala di muscolazione, un bar/caffetteria, un ufficio direzionale/sala riunioni, un ambulatorio, una zona ingresso/reception, un locale per la centrale termica e quattro locali tecnici al livello seminterrato. Il nuovo centro natatorio di San Bartolo a Cintoia ospiterà 111 utenti e 522 spettatori in occasione delle competizioni. L’intervento, dell’importo complessivo di 11.270.000 euro, è stato finanziato con risorse Pnrr per 5.635.000 euro, con fondi regionali per 5.000.000 di euro e il restante con fondi comunali. La ditta aggiudicataria è la Procogen s.r.l., che inizierà i lavori in questo mese di marzo.

PARCO FLORENTIA. Hydea Spa e Studio Rossi Prodi & Associati hanno prodotto lo studio di fattibilità del nuovo parco. Il parco è pensato per essere il secondo polmone verde della città per estensione. Si sviluppa infatti su una superficie complessiva di circa 90 ettari e comprende il potenziamento dell’attuale parco dell’Argingrosso e la rigenerazione dell’ex Poderaccio e dell’ex Gover, sull’altra sponda del fiume. Il primo stralcio del progetto è già concluso con l’area dell’ex Poderaccio, finalmente liberata dai rifiuti nei mesi scorsi, e la riqualificazione dell’area lago del Parco dell’Argingrosso, con la realizzazione di uno spazio per spettacoli all’aperto e un nuovo percorso pedonale illuminato intorno al lago. Seguirà nel corso del 2024 il secondo stralcio con la realizzazione sempre nel Parco dell’Argingrosso della pista di ciclocross e di nuovi orti urbani. Nella visione del Parco Florentia è previsto che il Parco dell’Argingrosso venga ulteriormente arricchito da una serie di spazi per attività all’aria aperta, campi sportivi, aree giochi e una nuova pista per l’educazione alla strada. Il Poderaccio diventerà un ‘future park’, un luogo verde dove poter stare all’aperto ma anche un vero e proprio laboratorio en plein air per parlare delle problematiche ambientali. È prevista inoltre anche la realizzazione di una Green Farm dove si andranno a scoprire tecnologie a impatto zero. Di fondamentale importanza soprattutto per la mobilità dolce è la previsione di due nuove passerelle, una sull’Arno, in corrispondenza dell’area ex Gover, e una sulla Greve che collegherà l’area al futuro Parco di Mantignano. Dopo l’approvazione del Poc, sarà possibile quindi partire con le operazioni di progettazione e realizzazione del nuovo parco, che si svolgeranno per stralci successivi. Il progetto è stato inserito nel gruppo di interventi finanziati con fondi europei Pon Metro Plus 21-27 per 7.000.000 di euro.

POLO SCOLASTICO PRUNAIA. Lo studio Hydea e Rossi Prodi Associati si sono occupati dello studio di fattibilità dell’Istituto di istruzione superiore Polo scolastico Prunaia a Campi Bisenzio, destinato a ospitare 900 studenti. La nuova scuola sarà disposta su un’area complessiva di 28mila metri quadrati ed è pensata sul modello 1+4, ovvero un ambiente di apprendimento polifunzionale e quattro spazi complementari: l’agorà, lo spazio informale, lo spazio individuale e lo spazio di esplorazione.

Per il Polo scolastico Prunaia a Campi Bisenzio è stato stilato il progetto di fattibilità tecnico-economica dalla Città Metropolitana di Firenze.

NUOVO EDIFICIO SCOLASTICO DA 24 AULE NEL POLO DI SAN SALVI. Nell’area di San Salvi nascerà il nuovo edificio scolastico da 24 aule, progettato dallo Studio ARX. La scuola, anche questa con criteri di ecosostenibilità, si compone di due corpi uniti fra loro, di due piani caratterizzati da un tetto inclinato a una falda. L'insieme di questi due volumi definisce una piccola corte retrostante rispetto alla viabilità interna rispondente al bisogno di silenzio e concentrazione della funzione didattica, e per la socializzazione ‘protetta’ nei momenti di ricreazione o attività all’aperto. Per quanto riguarda il nuovo edificio, i lavori sono appena iniziati e dureranno circa due anni. Il contratto di appalto per l’esecuzione dei lavori per la realizzazione del nuovo edificio scolastico è stato stipulato con l’impresa aggiudicataria dei lavori, Costruzioni Vitale s.r.l. I lavori hanno un costo di 5.375.464 euro, finanziati in parte con i fondi Pnrr (4.751.749 euro) e in parte con fondi della Città metropolitana (623.715 euro).

FOTO - Nuovo asilo nido alle Cascine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo asilo nido alle Cascine / FOTO

FirenzeToday è in caricamento