Bancarotta e frode fiscale, arrestato il titolare della catena Stefan

Misura cautelare anche per la figlia. Sotto inchiesta anche sei professionisti per bancarotta fraudolenta e frode fiscale

I finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Prato su mandato della Procura hanno arrestato: Giuseppe Videtta, titolare della catena Stefan, e la figlia Stefania Videtta, indagati a vario titolo insieme ad altri due imprenditori. Sono sotto inchiesta anche sei professionisti per i reati di bancarotta fraudolenta e frode fiscale.

I provvedimenti eseguiti questa mattina, tra cui perquisizioni nelle province di Prato, Firenze, Bologna e Pistoia, traggono origine da una complessa attività investigativa, avviata ad inizio 2014, circa le presunte condotte illecite della nota impresa nel settore della grande distribuzione il cui stato di insolvenza era stato dichiarato dal tribunale di Prato nel 2013.

Le indagini di polizia giudiziaria avrebbero portato alla luce l'esistenza di un sodalizio criminale, composto da imprenditori e professionisti locali, che ha procurato al marchio Stefan uno stato passivo di oltre 150 milioni di euro attraverso la spoliazione dei beni aziendali, la distrazione di ingenti liquidità di cassa e la correlata falsificazione dei bilanci.

Parallelamente a questo le fiamme gialle hanno avviato anche verifiche fiscali nei confronti delle società coinvolte che hanno portato alla rilevazione di violazioni tributarie e previdenziali per oltre 33 milioni di euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 3 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

Torna su
FirenzeToday è in caricamento