Cronaca

Agguato con mazze e catene, sei ultrà viola arrestati dopo la gara con la Roma

L'aggressione è avvenuta nei pressi dell'ObiHall quando una sessantina di ultrà ha preso di mira la carovana di vetture di ritorno nella Capitale. Poi i tafferugli con la polizia

Sono sei i tifosi della Fiorentina arrestati ieri notte dalla polizia dopo la gara tra la Viola e la Roma. Tutto è accaduto durante il deflusso, quando i tifosi giallo-rossi si stavano già dirigendo con le loro vetture, dopo essere partiti dal Franchi, verso l’autostrada. Poi, all’altezza dell’Obihall, un gruppetto di tifosi ha tentato una sorta di assalto alla carovana romanista: due auto danneggiate ma nessun contatto. Le vetture dei romanisti, infatti, non si sono fermate e, scrive Repubblica.it ed Firenze, “i reparti della polizia sono riusciti a tenere separate le due fazioni”. Per questo “la digos ha fermato sei tifosi viola che dovranno rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, porto di oggetti atti a offendere. Alcuni dei sei arrestati erano anche con il volto coperto da sciarpe e cappellini”.

A quanto appreso dall’ANSA “i sei ultrà viola arrestati stavano partecipando a un agguato con mazze e catene ai tifosi romanisti di ritorno nella capitale. Approfittando di un rallentamento della circolazione, all'arrivo delle auto dei tifosi della Roma in zona Firenze sud, una sessantina di ultrà viola ha iniziato a colpire le vetture. A quel punto è intervenuta la polizia. Gli aggressori sono fuggiti, ma alcuni hanno reagito agli agenti, colpendoli e lanciando petardi e fumogeni. Tre poliziotti sono rimasti feriti, con prognosi da 3 a 7 giorni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato con mazze e catene, sei ultrà viola arrestati dopo la gara con la Roma

FirenzeToday è in caricamento