menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontassieve: nel 2019 trovato con 40 chili di marijuana, arrestato

Tentò di investire un carabiniere

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri di Pontassieve hanno tratto in arresto un 23enne albanese in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Corte di Appello di Catanzaro. Il giovane, già agli arresti domiciliari da alcuni mesi presso un parente, deve scontare una condanna definitiva a 2 anni ed 8 mesi di reclusione per produzione e traffico di ingenti quantitativi di stupefacenti, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. 

I fatti risalgono alla metà di gennaio del 2019 nella provincia di Vibo Valentia quando al giovane, nel corso di servizio di riscontro svolto nell'ambito dell'attività investigativa denominata "Sabbia" del Nucleo Investigativo di Firenze (che aveva consentito di svelare un traffico di marijuana dalle coste albanesi a quelle pugliesi e il successivo trasporto dello stupefacente in territorio toscano), aveva investito un militare mentre si trovava al volante di un'auto nella quale aveva occultato 40 chilogrammi di marijuana, venendo tuttavia bloccato ed arrestato.


Per lui, già in custodia cautelare, dopo la condanna definitiva, ieri si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento