Matteo Renzi sull'arresto dei genitori: “Un capolavoro mediatico”

L'ex premier ribadisce: “Mi fido della giustizia, ho il cuore pieno di amarezza”. Poi la bordata

Renzi venerdì scorso a Firenze per presentare 'Un'altra strada'

Non si placano le reazioni alla notizia degli arresti domiciliari per i genitori di Matteo Renzi, con le accuse di bancarotta fraudolenta e false fatturazioni.

Subito dopo la notizia, già ieri sera, il commento di Renzi non si era fatto attendere. “Fiducia nella giustizia”, ha scritto in un lungo post, nel quale poi però evocava una “strategia giudiziaria” per eliminarlo dall'agone politico.

Ed oggi, dopo avere annullato la conferenza stampa inizialmente annunciata per le 16 al Senato, l'ex presidente del consiglio torna all'attacco, sempre sul social network.

“Inutile dire che la vicenda dei miei genitori ha totalmente oscurato tutto ciò che è accaduto ieri nel mondo della politica. Basta leggere i quotidiani di oggi per rendersene conto. Un capolavoro mediatico, tanto di cappello”, scrive Renzi al termine della sua e-news, pubblicata questa mattina su Facebook e poi inviata via mail.

Parole che, al di là di ogni commento, sono dirette evidentemente al giudice che ha preso la decisione, “proprio” nel giorno, ieri appunto, nel quale gli iscritti del Movimento 5 Stelle con il voto on line hanno 'salvato' il ministro dell'interno Matteo Salvini dal processo sul caso della nave Diciotti.

“Avevo immaginato di scrivervi tutta un'altra E-News. Poi ieri sera [...] la notizia più assurda che potessi ricevere, una notizia che gela il sangue: i miei genitori ai domiciliari”, scrive Renzi, che ringrazia “le migliaia di persone che mi stanno scrivendo per dare solidarietà”.

"Concreto pericolo che commettano gli stessi reati", come il giudice motiva l'arresto

“Tutti i cittadini sono uguali davanti alla Legge – prosegue -. I miei genitori, come tutti, hanno diritto a un processo giusto e spero rapido. Non grido ai complotti: chiedo che i processi si facciano nelle aule dei tribunali e non sul web o nelle redazioni dei giornali […]. Chi ha letto le carte e ha un minimo di conoscenza giuridica sa che privare persone della libertà personale per una cosa come questa è abnorme”, aggiunge l'ex premier. “Tra cinque anni, tra dieci anni, quando tornerà la calma e si potrà analizzare con serenità ciò che è accaduto in questo periodo alla mia famiglia, saranno in tanti a stupirsi”.

“A questo punto c’è solo una cosa da fare. Mantenere la calma. Sapere che il tempo farà giustizia di tutte le bugie. Avere lucidità e pazienza. Da uomo delle istituzioni dico: mi fido della giustizia. Questo è un grande Paese e io credo nell’Italia, sempre. Non riusciranno a farmi parlar male dell’Italia, non riusciranno a farmi parlar male dei giudici. Chi vuole il mio fallo di reazione, non lo avrà. Né oggi, né mai. Da figlio: ho il cuore gonfio di amarezza […]. Se non avessi fatto politica, oggi i miei genitori non subirebbero questo. […] Non avrei mai pensato, però, di farli soffrire così. Per colpa del mio impegno civile. E mi piacerebbe dire: prendetevela con me”, prosegue l'ex segretario del Pd, che, dopo avere annullato la presentazione del nuovo libro 'Un'altra strada' prevista per ieri sera a Torino rilancia gli appuntamenti pubblici dei prossimi giorni.

Le reazioni, da Salvini a Di Maio. Boschi twitta #siamotuttiMatteoRenzi

“Ripartiremo proprio da Torino: appuntamento per venerdì 22 febbraio alle 18. Ho chiesto di prenotare una sala grande il doppio di quella che avevamo fissato ieri. Perché deve essere chiaro anche plasticamente che io non mollo. Che noi non molliamo. Ci vediamo venerdì 22 febbraio alle 18 a Torino e alle 21.30 a Genova”, annuncia.

“Se qualcuno pensa di fermarmi, non mi conosce. Non ci conosce”, si chiude la e-news, appena prima del 'ps' finale che, dopo le dichiarazioni di “fiducia nella giustizia”, dice molto della rabbia di Renzi: “Inutile dire che la vicenda dei miei genitori ha totalmente oscurato tutto ciò che è accaduto ieri nel mondo della politica. Basta leggere i quotidiani di oggi per rendersene conto. Un capolavoro mediatico, tanto di cappello”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento