Arno, ponte pedociclabile di Vallina: fondi dalla Regione

I Sindaci di Bagno a Ripoli e Fiesole hanno firmato l'accordo di programma per la Ciclopista dell'Arno-Sentiero della bonifica

Il progetto

Martedì, i Sindaci di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, e Fiesole, Anna Ravoni, hanno firmato l'accordo di programma con la Regione Toscana per la ciclopista dell'Arno-Sentiero della bonifica, con il quale si assegnano alla Provincia (ora Città Metropolitana) e ai Comuni di Bagno a Ripoli e Fiesole un milione e 850000 euro per la realizzazione del ponte pedociclabile di Vallina, che unirà Vallina a Compiobbi. 

Il finanziamento totale arriverà in tre anni. Di questa somma, 150mila euro devono essere impegnati per la progettazione esecutiva anche delle piste ciclabili fra Bagno a Ripoli e Vallina e, dall'altra parte, fra Girone e Compiobbi. 

“Un primo, grandissimo risultato è stato raggiunto – hanno dichiarato i Sindaci Francesco Casini e Anna Ravoni -, un esito reso possibile dall'impegno delle nostre due amministrazioni comunali e della Città Metropolitana, capofila del gruppo di lavoro, e dalla collaborazione concreta delle associazioni dei territori interessati, la Pro Loco di Fiesole e, sul territorio di Bagno a Ripoli, Natura e Vita Onlus di Case di San Romolo. Una volta realizzato, il progetto consentirà di unire le due sponde dell'Arno. Il finanziamento rientra in una voce più ampia che riguarda la viabilità ciclopedonale dell'Arno, dal Casentino a Pisa, e testimonia una saggia scelta politica di concludere la percorribilità 'dolce' totale di un'area. Sarà importante per noi riuscire a congiungere i due Comuni, attraverso i due abitati di Compiobbi e di Vallina, legando, per quanto riguarda Bagno a Ripoli, quest'ultima con la fine della pista ciclopedonale che arriva da Gavinana e, sul versante di Fiesole, unendo Rovezzano al Girone e Compiobbi: un'opera che ci sta particolarmente a cuore. Potrebbero servire ulteriori somme per arrivare a raggiungere lo scopo. Il compito delle amministrazioni è riuscire a convogliare ogni risorsa disponibile in questa parte di territorio, anche coinvolgendo le attività produttive e ricettive, e partecipare alla realizzazione di una mobilità ciclopedonale dell'intero corso dell'Arno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento