Sorgane: i feedback dei residenti danno forma alla nuova piazza | FOTO

Un progetto sperimentale di architettura temporanea per rilanciare la 'Cenerentola' di Firenze Sud. Piazza Istria sarà riconfigurata secondo un processo adattivo basato sulle indicazioni dei cittadini

Ph. Mauro Andreani e Maginaria. Cover Ph. dal sito ND Studio

Nei mesi scorsi, un gruppo di architetti professionisti ha chiamato a raccolta i residenti della zona popolare di Sorgane, a Firenze Sud, tra Gavinana e Bagno a Ripoli, stimolandoli a ripensare la loro piazza e a raccontare come vorrebbero viverla.

Lo scopo: realizzare un progetto di architettura temporanea, denominato "Tam Tam", che consentisse di tornare a vivere il proprio quartiere e gli spazi pubblici, con la giusta cautela ma senza la paura del contagio da Covid-19.

D'altronde, proprio la crisi generata dal Coronavirus ha evidenziato l'importanza dello spazio pubblico e della vita di comunità nei luoghi più prossimi alla propria abitazione.

Adesso, a partire dalle idee e dagli spunti dei residenti raccolti dagli architetti, saranno gli abitanti stessi a trasformare la piazza di Sorgane nel luogo che hanno sempre desiderato. L'inaugurazione è prevista per domenica 28 giugno, alle 17.

Piazza Istria sarà arricchita da dispositivi architettonici temporanei che ospiteranno sedute integrate con vasche verdi, altalene, dondoli,  alberi e giochi da tavolo.  

La configurazione della piazza varierà secondo un processo adattivo, un meccanismo sperimentale basato sul sistema di feedback dei residenti, in grado di far evolvere e indirizzare il progetto a seconda delle suggestioni ricevute nel tempo.

Oltre a consentire una certa economicità nelle risorse per l'installazione, i dispositivi architettonici temporanei permetteranno un intervento immediato nello spazio, in linea con le nuove disposizioni anti Covid-19.

L'iniziativa è curata e ideata da ND Studio, team con base a Firenze che sviluppa progetti di architettura e design “human-scaled” basati su principi di sostenibilità economica, ambientale e sociale.

"Il progetto Tam Tam - spiegano gli architetti progettisti Cristina Setti, Antonio Bagni, Giulia Pagliacci, Diego Detassis e Federico Tomaselli, ideatori dell'iniziativa, in collaborazione con Lorenzo Nofroni - intende anche rilanciare il concetto con cui, negli anni '60, gli architetti Ferdinando Poggi, Leonardo Ricci e Leonardo Savioli andarono a progettare il quartiere di Sorgane per realizzare un sistema urbano articolato e unitario che intendeva valorizzare la socialità fra gli abitanti".

"Nella realizzazione del progetto - aggiungono i componenti dello Studio ND, tutti under 36 - è fondamentale la scelta dei materiali e il loro reperimento: la parte strutturale dei dispositivi architettonici temporanei, ovvero i moduli, è costituita da elementi prefabbricati che vengono noleggiati da una ditta locale, abbattendo così sia l'impatto ambientale che deriva della dismissione e della nuova produzione, sia dal riciclo dei materiali che, sebbene rappresenti una pratica efficace, comporta un impatto ambientale ed energetico non trascurabile".

I principi su cui si basa Tam Tam sono infatti quelli dell'economia circolare, dell'architettura incrementale e della social innovation.

"Tam Tam va ad innescare un processo virtuoso, volto a incentivare l’azione dei cittadini al riuso, stimolare una diffusa creatività individuale e collettiva e sensibilizzare una visione dello spazio inteso come bene comune, di cui avere cura sia come fruitori che come artefici" aggiungono gli architetti.

Quindi chiosano: "L'iniziativa ambisce a rilanciare un'idea di città non più monocentrica o basata sulla gentrificazione, ma su una visione policentrica in grado di rilanciare e restituire dignità alle periferie".

I residenti che volessero partecipare all'iniziativa Tam Tam - che è libera e gratuita - possono ancora farlo: il calendario aggiornato dei vari appuntamenti si trova on line sul sito www.nd-nodump.it/studio/news.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Ufficiale: la Toscana resta gialla

Torna su
FirenzeToday è in caricamento