Dopo anni apre il bypass Mantignano-Ugnano / VIDEO

L'opera fu annunciata negli anni Novanta. Nardella: "A Maggio pronto il bypass del Galluzzo"

Un'auto sul nuovo bypass Mantignano-Ugnano

E' stata inaugurata questa mattina la prima parte del bypass stradale Ugnano-Mantignano. Un'opera, annunciata negli anni '90 (il primo protocollo sottoscritto con Autostrade risale al 1999), che dopo molti anni vede quindi la luce.

Al taglio del nastro il sindaco Dario Nardella, gli assessori alla mobilità Stefano Giorgetti, all’urbanistica Giovanni Bettarini e alla toponomastica Andrea Vannucci, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni e Alberto Selleri di Autostrade per l’Italia oltre a molti abitanti della zona. Nardella ha anche sfruttato l'occasione per annunciare tre date importanti per la viabilità cittadina. Tre nuovi tagli del nastro per altrettante opere attese da decenni. Si parte a Maggio con l'inaugurazione del bypass del Galluzzo: "Atteso da 30 anni- ricorda-, riguarda tutto il quadrante Sud-Est della città, migliorerà il traffico in entrata e uscita da Firenze e salverà l'abitato del Galluzzo dallo smog". 

A Giugno poi sarà la volta del parcheggio scambiatore di Villa Costanza, non distante da Scandicci, il primo in Italia che consentirà di salire sul tram direttamente dall'autostrada, senza uscire dal casello. 

A Settembre infine sarà pronto il bypass di Cascine del Riccio, nell'area confinante con Bagno a Ripoli: "Anche qui stiamo parlando di un investimento che oltrepassa i 30 milioni di euro per aggredire con forza il problema del traffico". Il poker è servito con il via libera odierno al bypass di Ugnano e Mantignano.

Quest'ultimo verrà terminato tra alcuni mesi. Il finanziamento dell'opera, pari a poco più di 6,2 milioni di euro ( di cui oltre un milione e mezzo per gli espropri) è a carico di Autostrade per l’Italia: si tratta infatti di un intervento compreso nel pacchetto nelle opere di compensazione per il progetto della Terza Corsia. Al termine della cerimonia l’assessore Vannucci ha intitolato due strade. È stata dedicata a Santa Berta, badessa del 12esimo secolo della vicina chiesa di Mantignano, la strada che inizia da via del Fosso degli ortolani all’altezza di via del Ponticino e termina in via di Mantignano. Si chiamerà invece via di Scopaia la strada che inizia da via di Mantignano e termina all’incrocio con via del Piovano Arlotto, via di Ugnano e via dei Pozzi di Mantignano, comprendendo parte dell’attuale viuzzo di Scopaia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: le regole per negozi, supermercati e centri commerciali 

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

  • Rifiuta di indossare la mascherina: caos in Piazza della Repubblica 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento