rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Nuovi investimenti

Santa Maria Annunziata, installati due nuovi macchinari per il trattamento di patologie tumorali / FOTO

Si tratta di acceleratori lineari per il reparto di radioterapia. Sarà possibile fare terapie ancora più precise per i pazienti oncologici.

Due nuovi acceleratori lineari per eseguire trattamenti radioterapici per pazienti affetti da patologie tumorali. Sono quelli installati - nell'ambito dei finanziamenti previsti dal Pnrr - alla struttura complessa di radioterapia, diretta da Silvia Scoccianti, nell'ospedale Santa Maria Annunziata. 

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

"L'utilizzo clinico di questa apparecchiatura - specifica Scoccianti - permetterà di realizzare trattamenti radioterapici sempre più accurati per i tumori più diffusi e frequenti come neoplasie mammarie, polmonari, addominali e cutanee ma anche per neoplasie più rare tipo i tumori encefalici e quelli del distretto otoiatrico".

Le macchine installate sono un gioiello tecnologico, tra i modelli più avanzati di acceleratori per trattamenti radioterapici attualmente in commercio e sono in grado di effettuare trattamenti complessi a elevatissima precisione, di grande efficacia e, allo stesso tempo, gravati da un minor rischio di effetti collaterali e complicanze. I nuovi acceleratori permetteranno la realizzazione di piani di cura ad alta complessità sia del distretto cranico che extracranico.

"L'attività del reparto di radioterapia dell'ospedale Santa Maria Annunziata - afferma Luisa Fioretto, direttrice del Dipartimento Oncologico - non potrà che essere irrobustita dall'acquisizione dei nuovi acceleratori con erogazione di trattamenti ad alta precisione che andranno ad integrarsi con trattamenti chemioterapici, targeted therapy ed immunoterapia, per combattere le neoplasie con strategie terapeutiche differenti e sinergiche".

L'implementazione di questa sofisticata apparecchiatura è stata realizzata dal personale fisico della Struttura Complessa di Fisica Sanitaria di Firenze ed Empoli con gli specialisti in fisica medica che hanno effettuato le prove di accettazione e la caratterizzazione dosimetrica dei fasci di trattamento prima dell'avvio clinico dell'apparecchiatura.

"L'acceleratore lineare rappresenta lo stato dell'arte per le apparecchiature in grado di effettuare trattamenti radioterapici avanzati - sottolinea Serenella Russo, Specialista in Fisica Medica per la Radioterapia - poiché consente di aumentare la precisione nell'esecuzione della terapia, grazie alla possibilità di monitoraggio continuo della posizione del paziente durante tutta la durata del trattamento, e assicura una maggiore velocità di erogazione della terapia, grazie all'utilizzo di ratei di dose estremamente elevati".

I lavori di sostituzione degli acceleratori preesistenti sono iniziati a metà marzo per il primo acceleratore e a metà ottobre per il secondo e hanno avuto la durata di 4 mesi per ciascun acceleratore come da cronoprogramma.

Nei lavori di ristrutturazione del reparto si è cercato di umanizzare gli spazi decorando i pannelli sulle pareti ed i soffitti dei locali dedicati alla radioterapia. Per dare un tocco di gioia, si è scelta la bellezza del Chianti: ulivi, viti e colline chiantigiane fiorite faranno da cornice ai numerosi pazienti oncologici che devono eseguire un trattamento radiante.

Annunziata, installati due acceleratori lineari in Radioterapia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Maria Annunziata, installati due nuovi macchinari per il trattamento di patologie tumorali / FOTO

FirenzeToday è in caricamento