Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Firenze 1944: la notte in cui saltarono i ponti

Tra il 3 e il 4 agosto 1944 i tedeschi in ritirata verso la linea Gotica fecero saltare tutti i ponti fiorentini, tranne Ponte Vecchio. Un video delle Gallerie degli Uffizi ricorda quel giorno

 

Nella "Notte dei Ponti", tra il 3 e il 4 agosto 1944, tutti i ponti di Firenze vennero fatti saltare in aria dalle truppe naziste in ritirata, allo scopo di rallentare l’avanzata degli alleati per la liberazione della città.

Il 29 luglio era già stato emanato l’ordine di evacuazione dai Lungarni e migliaia di sfollati avevano trovato riparo in diversi luoghi della città, fra cui Palazzo Pitti che, dopo esser stato la residenza dei Granduchi e dei Re d’Italia, divenne la dimora di tanti fiorentini.

Il Ponte Vecchio, l’unico ponte rimasto in piedi, diventa oggi il simbolo della Resistenza di Firenze, dell’Arte e dell’umanità tutta.

Ilde Forgione, assistente delle Gallerie degli Uffizi, sullo sfondo di Ponte Vecchio ci racconta una pagina della storia di Firenze.

(Video Copyrights: Gallerie degli Uffizi)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento