rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

L’angelo blasfemo sul Duomo di Firenze

Infiniti sono i dettagli nascosti della Cattedrale fiorentina, elementi unici che celano altrettante curiosità. Una di queste potete osservarla sulla prima porta a destra del Duomo: si tratta di un angelo raffigurato in una postura oltremodo inconsueta. Nella sua fitta schiera di angeli infatti, da sempre rappresentati all’ingresso delle cattedrali in quanto messaggeri della parola divina, il Duomo sembra nasconderne uno intento a compiere l’offensivo  “gesto dell’ombrello”. 

Secondo lo studioso David Leavitt, autore del libro “Florence, a delicate case”, la scultura rappresenterebbe un messaggio cifrato da parte del cosiddetto angelo dei sodomiti. 

In base ad altre interpretazioni invece l’angelo non si starebbe rivolgendo all’osservatore con un gestaccio: la postura delle braccia sarebbe piuttosto un tentativo di tenere lontana la parete davanti a lui, cercando di non rimanere schiacciato nella formella dentro cui si trova. Una posizione sofferente dunque, che ben si sposa con la schiera degli Angeli dell’Apocalisse in cui la scultura è collocata, speculare a quella presente sull’altro lato, raffigurante invece gli Angeli della Passione. 

Numerosi e divertentissimi sono gli aneddoti tramandati che spiegherebbero al postura dell’angelo. Uno racconta che, dopo essersi goduti un abbondante pasto in un ristorante fiorentino, per gli angeli fosse arrivato il momento di saldare il conto: dopo una rapida occhiata, tutti i presenti rivolgono lo sguardo all’ultimo della serie che, invece di pagare per tutti, risponde ai commensali per le rime. Se infatti osserviamo la parete partendo dal lato destro della cornice fino alla porta, potrete notare come gli angeli sembrano chiamarsi tra di loro. Un’altra leggenda racconta che il primo angelo chieda al secondo di trovare un asino per mettere in salvo la Sacra Famiglia. Il secondo delega il terzo e così via, fino ad arrivare all’ultimo angelo che, non avendo voglia di compiere il suo dovere, rivolge un gestaccio agli altri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’angelo blasfemo sul Duomo di Firenze

FirenzeToday è in caricamento