Via dell'Oriuolo: amianto all’Archivio storico del Comuine

Il tetto del teatro dell'Oriuolo che è dentro l'Archivio è completamente ricoperto in eternit. Giocoli e Sarra di Fli: "Assicurarsi che la salute dei dipendenti non sia a rischio"

Il tetto in eternit del teatro dell'Oriuolo

Non tutti lo sanno ma dentro l’Archivio storico del Comune di Firenze c’è un pezzo di città nascosto, il teatro dell’Oriuolo. Ancora meno è saputo che il tetto di questo teatro è completamente rivestito in eternit. Per capire di cosa stiamo parlando è bene ricordare che l’Archivio è in via dell’Oriuolo, e dista un centinaio di metri dal Duomo. Centro città pieno, insomma e per dirla tutta il teatro versa da anni in uno stato di completo abbandono e degrado. Già questo è male, peggio ancora se pensiamo che la copertura in amianto da una parte ‘picchia’ praticamente al primo piano dell’Archivio, dall’altra è circondato da case, con tutto quello che ne potrebbe comportare. Così ogni giorno i dipendenti della struttura e coloro che usufruiscono dei servizi sono praticamente a ‘contatto’ con un minerale pericolosissimo, classificato come cancerogeno per la salute umana. Anche questo è un pezzo d’Italia e di Firenze.

Sulla questione, dopo sette anni di silenzio, sono tornati ad occuparsene due consiglieri comunali di Fli, Bianca Maria Giocoli e Riccardo Sarra: “Il Teatro dell'Oriuolo, rimasto in funzione fino agli anni ’80, è stato assegnato nel 2006 dal Comune di Firenze all’Università che ha firmato un accordo di collaborazione con l’Ente Teatrale Italiano (Eti). Ma la ristrutturazione dell’Oriuolo non è mai stata avviata”. L’unica struttura restaurata è proprio l’Archivio: un vero gioiello di bellezza ed efficienza, dove, dopo anni di lavori, sono tornati a splendere i soffitti e gli stucchi di inizio Ottocento. Una vera chicca. Peggio è toccato al teatro dell’Oriuolo che in questo progetto non ha trovato spazio ed rimasto al palo, immobile; fermo a marcire come i fogli di eternit che ancora sono tutti lì. “E pensare – dicono i dipendenti dell’archivio – che la cosa è stata notata più e più volte. Molti professionisti, tra ingegneri ed architetti, spesso usufruiscono dei nostri servizi. Tutti a chiedersi come sia possibile che il tetto non sia stato ancora bonificato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli uffici del Comune oggi hanno fatto sapere che un piano per la bonifica sarebbe già pronto, ma ai consiglieri di Fli la faccenda non torna: “Il Comune avrà un piano di recupero? Bisogna intervenire per restituire il Teatro alla città e per assicurarsi che la salute dei dipendenti non sia a rischio. Ci aspettiamo che lunedì in Consiglio comunale il sindaco ci illustri le sue intenzioni in merito”. “Oggi il famoso teatro – concludono Giocoli e Sarra – è chiuso e preda del degrado: le pareti sono divelte e il tetto è pieno di amianto. Siamo molto preoccupati per i dipendenti dell’Archivio Storico, i cui uffici si affacciano proprio sul tetto. Il teatro dell’Oriuolo è un pezzo di storia molto importante per la città e non può essere lasciato in questo modo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento