menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Salvi, i residenti: “Ancora amianto nel circolo Andrea del Sarto"

"Qui non si vive più". Pronti ad un’azione legale

“Continuiamo a non avere risposte. Noi non ce la facciamo più: la notte non dormiamo a causa del rumore e poi abbiamo paura per la nostra salute. Hanno solo ricoperto con altro materiale la tettoia di amianto ma quella roba c’è ancora”. Marzia vive accanto allo storico circolo Andrea del Sarto di Via Manara. E’ uno dei più antichi della città, le prime attività della struttura risalgono a fine Ottocento. Un luogo importante per Firenze, qui furono accolti alcuni alluvionati nel 1966.

L’Andrea del Sarto però naviga in cattive acque da almeno un decennio. Dopoché il circolo ha rischiato di rimanere senza gestore, l’immobile nel 2015 è diventato di proprietà (non onerosa) del Comune. In questi due anni sono stati fatti dei lavori edili per mettere in regola la struttura ma non sembrano essere stati sufficienti. I residenti da tempo denunciano la presenza di tettoie in cemento-amianto: la parte più danneggiata sarebbe stata coperta da altro materiale però ci sarebbe ancora. Le fribre di eternit diventano pericolose proprio quando le coperture si frammentano perché così si corre il rischio di inalarle.

La questione è stata presentata anche in consiglio comunale lo scorso maggio dalla consigliera di Alternativa Libera Miriam Amato. Fu approvata una mozione che impegnava l’amministrazione a procedere con urgenza alla rimozione e bonifica della copertura: sono passati sei mesi e ancora non è stato fatto niente. Marzia venerdì 19 novembre ha fatto presente tutto al sindaco Dario Nardella in occasione di un incontro pubblico sulla sicurezza. Il primo cittadino avrebbe dribblato la questione.

Ma i problemi legati al circolo per gli abitanti della zona non finiscono qui. All’Andrea del Sarto vengono fatte numerose attività (anche piuttosto rumorose come corsi di batteria e ballo) però, a quanto pare, i locali non sono insonorizzati a sufficienza: chi abita negli appartamenti attigui non riesce a dormire prima delle 2. Non ci sarebbero inoltre uscite di sicurezza e spesso gli avventori della struttura sarebbero molti più di quelli che potrebbe contenere.

“Ho ricevuto mandato per la tutela dei diritti dei cittadini - spiega l’avvocatessa Bianca Bucci -, vedremo che tipo di azione intraprendere. I residenti sono disperati. Hanno già fatto presenti i problemi al sindaco, al presidente di quartiere, al prefetto di Firenze, alla polizia municipale, all’Asl e all’Arpat ma non hanno ricevuto risposta”.

Negli ultimi mesi nei pressi del circolo si sono verificati anche spiacevoli episodi di ordine pubblico: il disimpegno che porta all’entrata è spesso invaso da persone visibilmente ubriache e trovate in possesso di sostanze stupefacenti dalle forze dell’ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento