rotate-mobile
Cronaca

Americane violentate, Boschi: "Se fosse vero sarebbe un atto ignobile"

La sottosegretaria della Presidenza del Consiglio ha partecipato ieri sera ad un incontro sulla violenza di genere assieme a Lucia Annibali

"E' ovvio che siamo ancora in una fase in cui le indagini sono in corso; quindi non possiamo noi emettere delle sentenze. Però è vero che se venisse confermata la tesi delle ragazze americane, la loro versione, sarebbe un fatto non soltanto gravissimo ma proprio ignobile, perché erano due uomini nello svolgimento delle loro funzioni in divisa e sicuramente almeno dalle prime affermazioni di uno dei due carabinieri è già molto grave in sé che in servizio utilizzando in qualche modo anche la divisa che portava si sia approfittato di una situazione con delle ragazze". Così il sottosegretario alle Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi ha iniziato il suo intervento alla festa dell'Unità di Firenze. 

Ieri sera era in programma proprio un incontro sulla violenza di genere assieme all'avvocatessa Lucia Annibali, la donna sfregiata dal compagno con l'acido che si sta battendo per introdurre nuovi strumenti legislativi a tutela delle donne. L'incontro è iniziato con una domanda della giornalista del Corriere della Sera Meli proprio sulla denuncia delle due studentesse statunitensi. 

"Al di là dell'episodio gravissimo, che ripeto è oggetto di indagine molto seria, molto accurata non soltanto da parte della polizia ma anche dei carabinieri della Procura di Firenze - ha detto la sottosegretaria -, c'è un tema più ampio: un tema più ampio che riguarda il fatto di Firenze ma che riguarda purtroppo gli altri fatti di cronaca di violenza e che abbiamo letto nei giornali con un susseguirsi così rapido così ravvicinato in queste ultime settimane e che hanno riguardato varie regioni del nostro del Paese. Purtroppo la violenza sulle donne non ha limiti geografici - ha affermato Boschi - non ha limiti di età e non ha limiti di censo, né purtroppo per chi la subisce una violenza né per chi la commette".

La sottosegretaria ha poi affermato che nel nostro Paese esiste un problema culturale di visione della donna. "I ragazzi che vanno ancora a scuola ci dicono che la gelosia può essere una giustificazione per limitare la vita della propria fidanzatina". Pochi giorni fa Boschi assieme ad Annibali ha presentato il Piano nazionale Donna che prevede il coordinamento di Stato, Regioni, Comuni per la prevenzione della violenza di genere e la protezione delle vittime con il coinvolgimento di associazioni e centri anti violenza ed azioni preventive di educazione. Il Piano tra le altre cose prevede un accordo tra governo ed Anci grazie al quale alcune case popolari saranno destinate a donne vittime di violenza con figli

Boschi su violenza di genere

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Americane violentate, Boschi: "Se fosse vero sarebbe un atto ignobile"

FirenzeToday è in caricamento