Ambiente: raffica di multe per i furbetti dei rifiuti

Bilancio in 6 mesi di controli da parte degli operatori di Alia

Le ispettrici Alia

Sono state 298 le multe comminate dagli ispettori di Alia da aprile a novembre di quest'anno. A rendere noti i numeri dei verbali è stata la stessa azienda. Le principali contestazioni sono dovute a abbandono dei rifiuti fuori dai contenitori; esposizione alle postazioni interrate di carta e cartone; mancata differenziazione dei rifiuti; abbandono di materiali ingombranti per i quali non è stato richiesto il ritiro gratuito domiciliare; utilizzo improprio dei cestini. 

Nello stesso periodo, ben 202 i verbali emessi nel quartiere 1, in particolare nell’area Unesco,  a carico soprattutto di utenze non domestiche, con un totale di 2248 interventi di controllo effettuati. Nel quartiere 2 a fronte di 387 interventi di controllo, sono stati 18 i verbali emessi; nel quartiere 3 su 233 interventi, 13 i verbali emessi; nel quartiere 4 a fronte di 456 interventi, 27 i verbali emessi; nel quartiere 5 su 394 interventi di controllo, 22 i verbali emessi. 

Invece sono state 17 le relazioni inviate nei 7 mesi alla polizia municipale su specifici reati penali relativi all’abbandono di rifiuti speciali in particolare proveniente dal settore del tessile, della pelletteria e dell’edilizia.

Nel centro storico monumentale ed Oltrarno l’attività si è molto concentrata sul fenomeno degli abbandoni di imballaggi di cartone da parte delle attività economiche: molti i controlli effettuati, con una media di 10 verbali emessi a settimana per errata esposizione del cartone o suo abbandono, prevalentemente serale, alle postazioni interrate nel centro storico.

Le sanzioni economiche sono pari a 166,67 euro nell’area Unesco di Firenze, indipendentemente si tratti di abbandono rifiuti o mancata differenziazione, mentre nel restante territorio comunale le sanzioni variano dai 50 euro di mancata differenziazione dei rifiuti ai 166,67 euro di abbandono di rifiuti. In caso di abbandono di rifiuti ingombranti o di rifiuti speciali, vista la gravità, su tutto il territorio comunale la sanzione è sempre di 166,67 euro.

“In accordo con l’amministrazione comunale - ha dichiarato Domenico Scamardella, direttore servizi territoriali di Firenze per Alia Servizi Ambientali - abbiamo intensificato sia l’attività di rimozione dei materiali abbandonati o esposti in modo non corretto, che quella di trovare, tramite i nostri ispettori ambientali, gli autori di tali abbandoni e i comportamenti scorretti che ne derivano: sempre più spesso ci riusciamo ed è un impegno costante, quotidiano, coadiuvato anche dai tanti cittadini e gestori di attività che collaborano con Alia e che - con le loro puntuali segnalazioni -  contribuiscono, a volte in modo determinante, ad individuare i responsabili di queste scellerate azioni nei confronti dell’ambiente e della città di Firenze. Alia sta mettendo il massimo impegno nel garantire il decoro della città, ma serve l’aiuto di tutti per combattere i comportamenti scorretti di pochi che non sono più tollerabili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento