rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Amanda Knox, passa alla procura di Firenze il processo per calunnia

La giovane deve rispondere di avere accusato falsamente un interprete che l'assisteva in questura durante gli interrogatori legati alle indagini sull'omicidio di Meredith Kercher

Oggi sono stati tramessi a Firenze gli atti relativi al processo in cui Amanda Knox è accusata di calunnia nei confronti di alcuni agenti di polizia e di una interprete impegnati nelle indagini sull'omicidio di Meredith Kercher. La giovane studentessa di Seattle dovrà infatti rispondere di aver accusato falsamente l'interprete che l'assisteva in questura durante gli interrogatori della notte del 6 novembre 2007 di averle "suggerito" di ricordare di essere stata nella casa del delitto con Patrick Lumumba (coinvolto nell'inchiesta proprio in seguito alle dichiarazioni dell'americana ma poi riconosciuto estraneo alla vicenda) e alcuni agenti e funzionari della polizia di averla "percossa alla testa" e di altre violenze mai accertate.

All'interrogatorio era presente anche il pm titolare delle indagini, Giuliano Mignini, che quindi secondo i difensori della Knox, gli avvocati Luciano Ghirga e Carlo Dalla Vedova, va considerato persona offesa dal reato.
Il trasferimento degli atti è una procedura dovuta in quanto la procura di Firenze è competente a occuparsi di tutti i procedimenti che interessano i magistrati di Perugia. Di qui la decisione del giudice Daniele Cenci di trasmettere gli atti, accogliendo la tesi dei difensori della Knox.

"Non c'è nulla di personale nel processo Meredith e quindi anche in questo procedimento per calunnia": ha spiegato a chi gli stava vicino il magistrato perugino. E proprio lo stesso Mignini si trova nelle mani di quel Tribunale di Firenze dove già in passato per le vicende del caso Narducci ci sono stati dei procedimenti tra Procure con tanto di accuse, sequestri e procedimenti penali. Comunque, tornando al caso Meredith la cassazione sulla sentenza d'Appello - dove sono stati assolti Amanda e Raffaele Sollecito - si esprimerà il 25 marzo prossimo. In caso di sentenza sfavorevole si dovrà ricelebrare il processo di secondo grado”.

La Knox e Raffaele Sollecito sono stati condannati in primo grado per l'omicidio Kercher, al quale si sono sempre proclamati estranei, e assolti in appello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amanda Knox, passa alla procura di Firenze il processo per calunnia

FirenzeToday è in caricamento