Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Alluvione, in Mugello resta alta l'allerta: le scuole potrebbero restare chiuse

La notte è passata senza particolari danni. Sulle scuole aperte lunedì si decide tra oggi e domani

“È stata una notte tranquilla, fortunatamente”. Giampiero Mongatti, sindaco di Barberino del Mugello, tira un sospiro di sollievo raccontandoci della nottata appena trascorsa. Nel Mugello sembrerebbe che la situazione stia andando normalizzandosi dopo il violento nubifragio che giovedì sera ha causato frane e allagamenti in tutto il territorio.

Proseguono le operazioni di sgombero

Nei vari comuni del Mugello si sta lavorando alacremente per cercare di riportare il tutto alla normalità. I disagi ci sono stati. A Vicchio la SP41 che la collega Dicomano ad esempio è stata interrotta, così come è stata chiusa per frana la strada a Bovino. A Scarperia e San Piero nella zona di Pianvallico è esondato il Levisone mentre si sono registrati smottamenti a Cerliano ed Ago e frane a Gabbiano e Campaccio a Sant'Agata. A Borgo San Lorenzo è stata riaperta via della Tintoria e stanno proseguendo i lavori di ripulitura a cui faranno seguito quelli nelle zone limitrofe. A Dicomano invece la piena della Sieve ha visto esondare il fiume tra il capoluogo e la frazione di Contea mentre a Bovecchio, frazione di Barberino del Mugello, 20 famiglie in un gruppo di case in territorio aperto sono al momento isolate visto che i danni del maltempo hanno reso la strada impraticabile. “Stiamo lavorando incessantemente per risolvere la situazione – spiega il sindaco Mongatti – e confidiamo di farcela il prima possibile. Torna difficile prendersela col sistema di allertamento perché si fonda su previsioni meteo che sono fallibili e tutto questo non era previsto. Nei giorni precedenti c'erano stati un paio di codici arancioni ma tutto questo non era successo. Non ho memoria di una precipitazione così abbondante e per tante ore. Il fiume così alto non lo avevo mai visto e faceva paura: l'acqua si è alzata tantissimo, al limite dell'argine. Ci sono arrivate tante segnalazioni di frane, smottamenti e alberi caduti oltre a tanti privati con scantinati e garage allagati. Le persone che stanno aiutando sono fondamentali”.

Prosegue l'allerta, per le scuole si deciderà

Fino almeno alla mezzanotte di stasera, l'allerta meteorologica prosegue. Nel frattempo il forte vento che si è alzato nella giornata di ieri, ha fatto danni. “Ha buttato giù alcuni alberi grossi alberi che sono finiti sulla strada come temevamo – ammette Gian Piero Moschetti, sindaco di Palazzuolo sul Senio – adesso continuiamo a lavorare. A breve libereremo tutto. Stiamo togliendo gli ultimi tronchi che si erano incastrati sotto i ponti che era la cosa che ci faceva più paura”. Stabile la situazione nella vicina Marradi. “C'è una famiglia isolata per via dei problemi a un ponte ma la situazione è stabile e in miglioramento – osserva Tommaso Triberti, sindaco di Marradi – Per quanto riguarda i danni c'è una strada comunale chiusa, nella zona industriale c'è stato un problema a un tetto della fabbrica di marroni, danni al supermercato e vari problemi ai privati. Il fiume è esondato in un paio di punti ma non ha creato cose particolari. Dalle immagini che si vedono, possiamo ritenerci fortunati: la situazione rispetto a quella vissuta a maggio non è paragonabile. Un evento del genere non era preventivabile e si poteva far poco. L'unica cosa che si poteva fare, ma non è una colpa a nessuno anche perché si capiscono i tempi amministrativi, era fare lo step successivo rispetto alle somme urgenze perché tante frane si sono riattivate. Speriamo che il peggio sia passato, sulle scuole stiamo facendo i sopralluoghi. Penso che lunedì saranno aperte ma aspettiamo”. Anche il comune di Barberino aspetta a dare conferma. “Penso che lunedì le scuole saranno aperte – dichiara Mongatti – ma aspettiamo a superare la notte visto che c'è codice giallo fino a mezzanotte. Poi vedremo”.

FOTO Maltempo Barberino del Mugello 4 novembre 2023

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, in Mugello resta alta l'allerta: le scuole potrebbero restare chiuse
FirenzeToday è in caricamento