rotate-mobile
Gli indennizzi / Campi Bisenzio

Alluvione, Giani attacca: “Ristori statali, manca la procedura per poterli erogare”

Il presidente della Regione: “Nessun rimpallo di responsabilità, i soldi stanziati dalla Regione arrivati al 67% dei richiedenti”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Dopo aver “incassato”, il presidente della Regione Eugenio Giani passa al contrattacco sulla polemica riguardante gli indennizzi post alluvione dello scorso  novembre. I soldi di Palazzo Strozzi Sacrati sono giunti in gran parte a destinazione, quelli di Palazzo Chigi no, non possono essere erogati, spiega il governatore che è anche commissario all’emergenza.

“16 milioni già corrisposti nei conti corrente”

“Non c’è nessun rimpallo di responsabilità. I ristori che la Regione aveva previsto nel bilancio di previsione, 25 milioni, sono arrivati al 67% dei richiedenti. Qualcuno infatti non ha presentato il codice Iban, altre domande avevano ulteriori imperfezioni procedurali, ma più di 16 milioni sono già stati corrisposti nei conti corrente”, ha precisato Giani durante una conferenza stampa.

“Parlamentari di centrodestra non sanno fare il loro mestiere”

Diverso, invece, il quadro per quanto riguarda gli indennizzi da Roma: “I parlamentari locali del centrodestra facevano grande vanto, ma probabilmente il loro mestiere in Parlamento non lo sanno fare, perché hanno dimenticato di indicare nella legge la procedura per poterli assegnare”, attacca a proposito dei 66 milioni destinati da Palazzo Chigi con decreto legge. “Le direzioni dei ministeri non hanno la possibilità di materializzare questo impegno di spesa verso il commissario, ovvero il sottoscritto, perché non sono state previste le modalità attuative affinché questa disponibilità di fondi possa indirizzarsi a coloro che hanno già ricevuto il contributo regionale”, puntualizza ancora il presidente della Regione che non nasconde una certa preoccupazione anche  per gli altri 88 milioni riconosciuti dal governo per la somma urgenza: "Spero che arrivino il prima possibile per andare a coprire le spese sostenute dal genio civile, dai Comuni e dagli enti locali- conclude il governatore della Toscana- ma anche in questo caso si attendono le modalità per poterli ricevere".

Alluvionati in piazza sabato 25 maggio

La relazione di Giani al governo: “In Toscana danni per due miliardi”

La promessa di Meloni: da Roma in arrivo altri 66 milioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, Giani attacca: “Ristori statali, manca la procedura per poterli erogare”

FirenzeToday è in caricamento