Zanardi, perizie contro: "Ha perso il controllo della handbike". "No, il tir ha invaso la corsia"

Battaglia tra consulenti al tribunale di Siena. Due sostengono la tesi della perdita di controllo da parte del pilota, una l'errore dell'autotrasportatore

Scoppia la battaglia tra perizie sull’incidente del 19 giugno scorso in cui è rimasto ferito gravemente Alex Zanardi, andato a sbattere con la sua handbike contro un tir che proveniva in direzione opposta, lungo la strada provinciale 146 tra San Quirico d’Orcia e Pienza, in provincia di Siena.

Le valutazioni collimanti sono due, presenti in altrettante consulenze depositate nella cancelleria della procura di Siena. Quella del professor Dario Vangi, consulente del procuratore capo Salvatore Vitello e del pubblico ministero Serena Menicucci, e quella del professore Mattia Strangi.

Quest'ultimo è il perito di parte dell’autista dell’autocarro, Marco Ciacci, 44 anni, trasportatore, residente a Castelnuovo Berardenga (Si), al momento indagato per lesioni colpose.

Il tir guidato da Ciacci, avrebbero evidenziato le due consulenze tecniche di Vangi e Strangi, avrebbe viaggiato ad una velocità di 38 chilometri all’ora, mentre il velocipede con a bordo Zanardi, che non ha evidenziato guasti meccanici, avrebbe proceduto a 50 chilometri orari, dunque al di sotto del limite di velocità massima consentita in quel tratto stradale.

Il punto più importante riportato in entrambe le perizie sulla dinamica dell'incidente, però, è un altro: lo scontro sarebbe stato causato dalla perdita di controllo della handbike guidata dall’ex pilota di Formula 1.

C'è però poi una terza perizia, anche questa depositata in procura: è quella della parte offesa, cioè della famiglia di Zanardi, che ha nominato l’ingegnere Giorgio Cavallin di Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quest'ultimo caso, la perizia offrirebbe un altro scenario, del tutto diverso, in cui apparirebbe determinante una presunta invasione della corsia da parte del camion, che invece le altre due consulenze tecniche non avrebbero in alcun modo rilevato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento