Alessandro Maria: ricerca del donatore di midollo a Firenze

La sua storia ha fatto commuovere l'Italia

"Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Maria e ho compiuto 1 anno e mezzo da pochi giorni. Pensa, ho iniziato a far disperare i miei genitori fin da subito visto che sono nato alla settimana n. 30 e, sebbene i dottori mi avessero già dato per spacciato, ho combattuto come un ariete (il mio segno zodiacale) contro una serie infinita di complicazioni per essere ancora qua”. Inizia così il post condiviso su Facebook dai genitori del piccolo Alessandro, un bimbo affetto una malattia genetica rarissima che non lascia speranze di vita senza un trapianto. L'unica possibilità per il piccolo - che con i suoi genitori italiani vive a Londra - è trovare qualcuno che possa donargli il midollo osseo. 

La malattia del piccolo Alessandro si è manifestata quasi subito: “Quando le cose stavano finalmente andando un po' meglio ed ero felice nel trascorrere la mia prima vacanza al mare con mamma e papà, purtroppo ho iniziato a star male di nuovo. Mamma e papà mi hanno riportato subito a Londra, dove sono nato e dove viviamo, per i dovuti accertamenti. Dopo quasi due settimane con la febbre alta a più di quaranta ed una serie interminabile di esami in ben 3 ospedali diversi dove sono stato ricoverato, finalmente i medici hanno scoperto cosa avevo".

L’appello dei genitori  

"In ospedale mi stanno somministrando un farmaco sperimentale i cui effetti non sappiamo quanto possano durare. I dottori ci hanno comunque detto che molto probabilmente ci restano solo 5 settimane per poter trovare una persona che abbia il midollo compatibile col mio", l'ammissione di Alessandro. L'impresa sembra impossibile. Ma forse una speranza c’è. 

Gara di solidarietà  

I genitori di Alessandro infatti non si sono arresi e insieme all’Admo,  l’associazione donatori di midollo osseo, hanno deciso di fare una sorta di tour dell’Italia alla ricerca di potenziali donatori. In breve tempo l’appello dei genitori è rimbalzato di bacheca in bacheca e i centralini dell’Admo, sono stati presi d’assalto. 

Il Circolo MCL Dario Del Bene ha deciso, con la collaborazione di ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo), di creare un punto di tipizzazione per sabato 10 novembre dalle 15.30 alle 20 al circolo. "Non lo facciamo a caso, ma lo facciamo per Alessandro. Il piccolo bambino di cui tutti noi abbiamo sentito parlare negli ultimi giorni e che senza trapianto morirà. Ancora non è stato trovato un donatore compatibile e quindi questa battaglia non è stata vinta ma con il nostro aiuto potrebbe farcela".

Chi può fare la tipizzazione

Tutti, basta avere un’età compresa fra i 18 e i 35 anni e un peso corporeo superiore ai 50 kg.

ADMO-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

Torna su
FirenzeToday è in caricamento