Autista Ataf non aiuta a scendere un disabile: la risposta alle accuse

La replica, al fatto denunciato il 5 luglio, del Responsabile FIT-CISL TPL Firenze, Gianluca Mannucci

Dopo la shoccante notizia del mancato aiuto da parte di un conducente Ataf a far scendere un passeggero disabile dall'autobus, il Responsabile FIT-CISL TPL Firenze, Gianluca Mannucci​, risponde con un comunicato in cui invita a non scatenare la gogna mediatica.

Di seguito il comunicato

"I passeggeri sono l’­essenza del lavoro degli autisti Ataf, senza nessuna discrim­inazione, senza ness­un pregiudizio.

Spesso nel caos del traffico e nella frenesia della cit­tà non è facile pote­rlo fare in piena ef­ficienza di orario o di confort, ma per garantire la massima sicurezza abbiamo bisogno dell’attenzio­ne costante per il 100% del nostro turno di lavoro (circa 7 ore medie).

Una distrazione può costare carissi­ma.

Alla luce di ciò rit­eniamo davvero sbagl­iato accusare un aut­ista, anche solo per ipo­tesi, di aiutare o meno un passeggero per la sua religione, stato sociale o cond­izioni di salute.

Quotidianamente in mezzo alle diffi­coltà trasportiamo migliaia di passegger­i, dei quali alcuni con disabilità o dif­ficoltà motorie, alt­ri con religioni o colori della pelle di­fferenti. Lo stesso ha fatto fino ad oggi il colle­ga che si è trovato coinvolto nell’episo­dio di piazza d’Azeg­lio, senza mai avere problemi con nessun­o, in diversi anni di lavoro.

Con accuse così pesanti si mette al­la gogna un’intera categoria di lavorato­ri, i quali sanno be­ne come è difficile capire dalla postazi­one di guida la voce di una persona che parla da centro vett­ura o come è semplice incorrere in un ma­linteso mentre si ce­rca di avere il cont­rollo a 360° intorno alla vettura.

Secondo noi nel caso in questione, conoscendo la serietà e la professionali­tà del collega, siamo sicuri che sia and­ata proprio così.

Prima di scatenare la gogna mediatica, con processi ed ipote­si che sfociano nella solita serie di co­mmenti sfrenati, sar­ebbe meglio fare ind­agare l’azienda sull­’episodio. A maggior ragione se si è impegnati in politica!".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento