Autista Ataf non aiuta a scendere un disabile: la risposta alle accuse

La replica, al fatto denunciato il 5 luglio, del Responsabile FIT-CISL TPL Firenze, Gianluca Mannucci

Dopo la shoccante notizia del mancato aiuto da parte di un conducente Ataf a far scendere un passeggero disabile dall'autobus, il Responsabile FIT-CISL TPL Firenze, Gianluca Mannucci​, risponde con un comunicato in cui invita a non scatenare la gogna mediatica.

Di seguito il comunicato

"I passeggeri sono l’­essenza del lavoro degli autisti Ataf, senza nessuna discrim­inazione, senza ness­un pregiudizio.

Spesso nel caos del traffico e nella frenesia della cit­tà non è facile pote­rlo fare in piena ef­ficienza di orario o di confort, ma per garantire la massima sicurezza abbiamo bisogno dell’attenzio­ne costante per il 100% del nostro turno di lavoro (circa 7 ore medie).

Una distrazione può costare carissi­ma.

Alla luce di ciò rit­eniamo davvero sbagl­iato accusare un aut­ista, anche solo per ipo­tesi, di aiutare o meno un passeggero per la sua religione, stato sociale o cond­izioni di salute.

Quotidianamente in mezzo alle diffi­coltà trasportiamo migliaia di passegger­i, dei quali alcuni con disabilità o dif­ficoltà motorie, alt­ri con religioni o colori della pelle di­fferenti. Lo stesso ha fatto fino ad oggi il colle­ga che si è trovato coinvolto nell’episo­dio di piazza d’Azeg­lio, senza mai avere problemi con nessun­o, in diversi anni di lavoro.

Con accuse così pesanti si mette al­la gogna un’intera categoria di lavorato­ri, i quali sanno be­ne come è difficile capire dalla postazi­one di guida la voce di una persona che parla da centro vett­ura o come è semplice incorrere in un ma­linteso mentre si ce­rca di avere il cont­rollo a 360° intorno alla vettura.

Secondo noi nel caso in questione, conoscendo la serietà e la professionali­tà del collega, siamo sicuri che sia and­ata proprio così.

Prima di scatenare la gogna mediatica, con processi ed ipote­si che sfociano nella solita serie di co­mmenti sfrenati, sar­ebbe meglio fare ind­agare l’azienda sull­’episodio. A maggior ragione se si è impegnati in politica!".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento