Aisla Firenze: un primo bilancio del 2020

Sempre al fianco delle persone con SLA anche durante la pandemia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Con la virtual run “Corri il Solstizio” organizzata insieme a Podistica Oltrarno si è conclusa una prima metà del 2020 che ha visto AISLA Firenze protagonista. La corsa, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Firenze, ha registrato la partecipazione di 200 persone da tutta Italia e anche dall’estero raccogliendo circa 2000 euro che sosterranno le attività della sezione. Hanno partecipato tante società sportive: primi ex aequo Atletica Mazara e Lenti ma contenti, terza Firenze Social Run, quarta Podisti Resco Reggello e quinta Polisportiva Ellera. Eventi come questo sono sempre molto partecipati perché uniscono i valori dello sport e della solidarietà, come avvenuto anche durante la Mezza Maratona di Scandicci. L’anno è iniziato con la partita di beneficenza “Un calcio alla SLA” al Green Sport Mollungo di Quarrata. A gennaio è partita la seconda parte del progetto “Semi di Fiordaliso” alla scuola Collodi dopo la prima parte svolta nel 2019 alla La Pira. “Semi di Fiordaliso” è un progetto innovativo che permette ai bambini di costruire una cultura basata sul rispetto della disabilità. Il progetto ha ricevuto una consistente donazione da parte del Rotary Club Amerigo Vespucci e del Comitato Genitori delle Cure ed è stato supportato anche dal Comune di Firenze. Nei mesi di emergenza l’impegno di AISLA Firenze non è mai andato a diminuire. È cambiato il modo di assistere le persone con SLA. Ecco dunque che i gruppi di Aiuto, di sostegno psicologico, la logopedia e il tutoring fisioterapico si sono spostati sul digitale garantendo, per quanto possibile, la continuità con il percorso iniziato. I mesi di isolamenti avrebbero potuto essere ancor più difficili per le persone con SLA ma grazie al lavoro costante dei volontari e dei consulenti di AISLA Firenze non è stato così. Negli ultimi mesi, sempre per ovviare alla difficoltà di vedersi di persona, sulla pagina Facebook sono stati trattati e approfonditi proprio tutti i servizi offerti da AISLA Firenze ovvero fisioterapia, sostegno psicologico, consulenza legale, logopedia. Tra marzo e aprile è stata lanciata l’iniziativa “Una vaschetta per AISLA Firenze”, organizzata insieme alla gelateria Pinguino di Firenze. Queste iniziative insieme alla virtual run, hanno permesso di raccogliere fondi per la sezione compensando in parte la mancata maratona di nuoto “Una vasca per AISLA Firenze” rimandata al 10-11 ottobre per l’emergenza e tutti gli altri eventi già previsti. Le gelaterie che aderiscono all’iniziativa consegnano a domicilio a chi ordina il gelato e una parte di quanto raccolto va ad AISLA Firenze. AISLA Firenze ha iniziato anche una collaborazione con RE/MAX Ideale, una realtà innovativa nel settore immobiliare e da sempre attenta al sociale. I consulenti immobiliari di RE/MAX Ideale hanno collaborato anche al gazebo di AISLA Firenze alla Mostra dei Fiori, che si è svolta quest’anno nel rispetto di tutte le norme grazie alla perfetta organizzazione della Società Toscana di Orticoltura. Le collaborazioni di AISLA Firenze con importanti realtà del territorio sono andate sempre crescendo: si segnala anche quella sviluppata con Decathlon che infatti ha contribuito a “Corri il Solstizio”. Adesso le attività si riducono ma AISLA Firenze non va in vacanza. I volontari stanno già lavorando per organizzare gli eventi che si svolgeranno in occasione della Giornata Nazionale sulla SLA. Uno di questi la tradizionale Caccia al Tesoro. Per qualsiasi esigenza i contatti di AISLA sono sempre attivi: info@aislafirenze.it o cell.: 348 1880933.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento