Aeroporto: sulla nuova pista Salvini non si sbilancia

Critiche a Toninelli, ma anche nella Lega la posizione è tutt'altro che chiara

Durante la visita di ieri in città il vicepremier Matteo Salvini ha parlato, come ci si aspettava, anche dello sviluppo dell'aeroporto di Peretola.

“La mia posizione personale è che sono sempre a favore di nuove e migliori infrastrutture. Firenze è una capitale mondiale e meglio si può raggiungere meglio è", ha detto il ministro dell'interno.

In sostanza, le stesse cose già dette nei giorni precedenti. Un 'sì' generico al 'potenziamento' dello scalo, ma non una presa di posizione netta sulla nuova pista parallela all'autostrada prevista dal Masterplan in discussione alla Conferenza dei Servizi.

Tanto che Salvini aggiunge: “Faccio il segretario per ascoltare i fiorentini, non per portare la verità da Roma. Il progetto può essere aggiornato o addirittura migliorato: poi se si deve allungare la pista lo dicano gli ingegneri e i tecnici”. Infine, sulla decisione finale “ci sarà la posizione del candidato sindaco, non di Salvini”.

La Conferenza dei servizi si riunirà il 29 gennaio nella capitale. “Se in quella sede non si raggiungerà l'unanimità, toccherà al consiglio dei ministri esprimersi”, ha concluso Salvini.

Consiglio dove siede naturalmente anche il titolare delle infrastrutture, il 5 Stelle Danilo Toninelli, da sempre scettico su potenziamento e nuova pista, che anche ieri è tornato a ribadire che prima di ogni decisione “dovrà essere effettuata un'analisi costi-benefici (tra ampliamento e nuova pista il costo totale previsto è di circa 350 milioni di euro, ndr)”.

Critiche su Toninelli sono arrivate da tutti i favorevoli alla nuova pista, ma in realtà le posizioni sono tutt'altro che univoche anche all'interno della Lega, ed è per questo che ieri sulla pista Salvini in realtà non ha preso una posizione netta, oltre ad un 'sì' generico sul 'potenziamento'.

Accanto al leader della Lega a Firenze c'era anche il ministro dell'agricoltura, il leghista Gianmarco Centinaio, che già in passato aveva detto: “La nuova pista non si fa perché non serve”. Centinaio ieri ha evitato di evocare le parole 'nuova pista' ma quanto ha detto è abbastanza chiaro: “Il principale aeroporto della Toscana per me è Pisa e rimane Pisa”. 

E poi c'è la posizione di Susanna Ceccardi, la delfina di Salvini, tanto da averla nominata commissaria del Carroccio in Toscana. Ieri intervistata da Askanews Ceccardi ha ribadito: “La Lega è a favore del potenziamento, che è ben altra cosa dalla nuova pista”. Parole, queste sì, che sembrano abbastanza chiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 26 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento