Aeroporto, Ceccardi (Lega): “Ok potenziamento, no alla nuova pista”

La commissaria regionale del Carroccio precisa: “Salvini non ha smentito le nostre posizioni, lo scalo principale resta Pisa”

Continua la telenovela sull'aeroporto di Peretola. Oggi in città tutti parlavano di quello che sarebbe stato, ieri a microfoni di LadyRadio, un appoggio del leader della Lega Matteo Salvini alla nuova pista dell'aeroporto di Peretola (cioè una pista di 2.400 metri parallela all'autostrada, rispetto ai 1.700 metri della pista attuale).

Numerosi politici, da destra a sinistra, compresi il sindaco Dario Nardella e il presidente della Regione Enrico Rossi, hanno elogiato la “presa di posizione” del ministro dell'Interno. Tanto che oggi il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli (5 Stelle) è intervenuto per 'placare' gli entusiasmi.

“Su Peretola è in corso un'analisi costi benefici. Lo Stato per questa nuova pista dovrebbe spendere 150 milioni di euro. Sono tanti soldini, voglio vederci chiaro, penso che Salvini non conosca molto bene il dossier. L'aeroporto di Firenze Peretola ha una pista di 1.700 metri, perché lo vogliono rifare? Il London city airport ha una pista di 1.500 metri e fa il doppio dei passeggeri di Firenze. Quindi bisogna guardarle bene le cose, prima di mettere soldi pubblici in mano ai privati”, le parole di Toninelli.

Ma a 'precisare' interviene soprattutto Susanna Ceccardi, sindaca di Cascina e nominata dallo stesso Salvini commissaria della Lega per la Toscana.

“La Lega è a favore di un potenziamento di Peretola, di una sua messa in sicurezza come city airport, che è ben altra cosa dal progetto della nuova pista, che vorrebbero Renzi, Nardella, Rossi e Carrai con Toscana Aeroporti. Il nostro segretario non ha certo detto una parola a favore di quel progetto”, dice Ceccardi, raggiunta dall'agenzia Askanews, che mette in evidenza come alla domanda diretta sull'aeroporto (“lei si sente di prendere un impegno per la nuova pista?”), Salvini si sia limitato a rispondere che parlerà con cittadini e categorie.

“In quanto dichiarato da Matteo Salvini non c’è alcuna smentita delle posizioni della Lega in Toscana sull’aeroporto di Firenze. Abbiamo sempre detto che lo scalo principale resta Pisa e, al tempo stesso, che Peretola deve essere potenziata e messa in sicurezza. Tutto ciò non significa certo approvare il masterplan della cosiddetta nuova pista, che è il punto centrale della vicenda”, aggiunge Ceccardi ad Askanews.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi Matteo Salvini è in città. Alle 18:30 incontro in prefettura con il sindaco Nardella e la prefetta Lega, poi cena con i militanti all'hotel Mediterraneo: qui sarà presente anche Ceccardi. Forse in questa occasione potranno arrivare parole più chiare. Per ora la telenovela continua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento