menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto di Peretola: l'ampliamento torna a rischio

Il sindaco Nardella furibondo con il ministro Toninelli: “Deve dimettersi”

L'ampliamento dell'aeroporto fiorentino di Peretola torna a rischio. Questo almeno sembra il senso delle parole del ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli, in quota 5 Stelle, questa mattina ospite di Radio24.

Sull'aeroporto di Firenze al ministero “c'è un dossier che stiamo analizzando con la stessa assenza di pregiudizi politici con cui analizziamo la Tav”, premette il ministro.

“Stiamo guardando i dossier e prima di fare un intervento sul singolo aeroporto, ho l'obbligo, per meglio gestire i soldi pubblici, di fare un piano nazionale degli aeroporti. Se vado ad incentivare o ingrandire un determinato aeroporto devo avere una strategia, un piano nazionale integrato e coordinato: non si può agire per singola città e singola regione”, ha aggiunto Toninelli.

Sicuramente un modo per prendere tempo, a pochi giorni dal rinvio della Conferenza dei Servizi, convocata a Roma per la fine del prossimo gennaio.

Parole, quelle del ministro, che hanno fatto infuriare il sindaco Dario Nardella. “Sono sbigottito. Un ministro dei trasporti, in carica da sei mesi, che dichiara la necessità di un piano nazionale degli aeroporti, dimostra di non sapere che questo piano c'è già. Dovrebbe avere l'umiltà di dare immediatamente le dimissioni”, attacca il primo cittadino, che da sempre preme per l'ampliamento dello scalo.

“Bloccare la nuova pista dell'aeroporto - aggiunge Nardella -, significa non solo azzerare una procedura amministrativa regolare ma anche bloccare prospettive di sviluppo e di occupazione”.

Critiche a Toninelli anche da parte del presidente della Regione Enrico Rossi, anche lui favorevole al nuovo aeroporto: “Non vorrei che la Toscana fosse penalizzata dal governo”. E il consigliere regionale di Forza Italia Marco Stella: “Sarebbe una follia rimettere mano al piano nazionale, ma manca il progetto della bretella di Signa, e su questo il fallimento è della Regione”.

Sabato scorso invece intorno al lago di Peretola (quello che dovrebbe essere coperto e 'spostato' a Signa), decine di sigle si sono date appuntamento per un sit in contrario all'ampliamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'oroscopo di Paolo Fox di oggi 22 febbraio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

  • Cronaca

    Scossa di terremoto: la terra trema in Mugello

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento