rotate-mobile
Cronaca

Aeroporto, allarme salute: "Rischi alti con l'ampliamento"

La denuncia dei Medici per l'ambiente. Preoccupano l'inquinamento atmosferico, il rumore e i campi elettromagnetici

E' allarme per i riflessi che potrebbe provocare sulla salute dei cittadini l'ampliamento dell'aeroporto Vespucci di Peretola. A denunciarlo, in seguito al via libera sancito dalla fusione fra Firenze e Pisa, è la sezione provinciale di Isde Italia - Associazione medici per l’ambiente. Facendo riferimento a studi nazionali ed internazionali, infatti, i medici "esprimono grande preoccupazione": parlano dei possibili effetti negativi causati dall'inquinamento da trasporto aereo, denunciando rischi di "malattie cardiovascolari, respiratorie, tumori, disturbi neuro-comportamentali, disturbi del sonno, disturbi dell'apprendimento e dell'attenzione nei bambini e un conseguente peggioramento della qualità della vita per compromissione della qualità del sonno a causa delle operazioni aeroportuali svolte nelle ore notturne".

Una denuncia pesante, che fa riferimento alle tipologie di inquinamento che provocano gli aeroporti: "Inquinamento atmosferico provocato dalle emissioni prodotte dai motori degli aerei, inquinamento acustico generato dalle fasi di avvicinamento, atterraggio e decollo degli aerei e dal connesso traffico veicolare, inquinamento elettromagnetico, prodotto dai sistemi radar delle torri di controllo e degli aerei insieme alle antenne di radiotrasmissione ed ai sistemi elettromagnetici utilizzati per i controlli di sicurezza", spiegano in una nota. 

"Inoltre - aggiungono i medici per l'ambiente - l’attuazione di questo progetto aeroportuale provocherebbe anche un rischio idrogeologico, per la deviazione del Fosso Reale (un corso d'acqua di circa 6 km, che attraversa i comuni di Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio e raccoglie le acque di numerosi canali della Piana), danneggiando inoltre l'oasi Wwf di Focognano e vanificando il parco della Piana fiorentina". "In conclusione - sottolineano - l’ampliamento dell’aeroporto Vespucci di Firenze non è coerente con il nuovo Piano nazionale e regionale della prevenzione 2014-2018, che si prefigge l'obbiettivo di ridurre il carico di malattia e le esposizioni ambientali potenzialmente dannose per la salute”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, allarme salute: "Rischi alti con l'ampliamento"

FirenzeToday è in caricamento