Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via della Vigna Nuova

Accoltellò il compagno al cuore ma non fu tentato omicidio: condannata a 1 anno e 2 mesi

Il coltello le era stata regalato per autodifesa proprio dal compagno

Al culmine di una lite per motivi di gelosia, accoltellò al cuore il suo compagno con il coltello che lui stesso le aveva regalato per autodifesa. La donna, 31 anni, è stata condannata a 1 anno e 2 mesi dal gup del tribunale di Firenze. Il processo si è svolto in abbreviato.

E ha riservato una sorpresa proprio nell'epilogo: il reato per cui l'imprenditrice era imputata – tentato omicidio - è stato derubricato in lesioni aggravate dall'uso del coltello. La donna, dunque, non voleva uccidere nel corso della lite notturna andata in scena lo scorso 14 marzo in via della Vigna Nuova, pieno centro storico. L'aggressione scattò al culmine di un litigio: quando l'uomo, 40 anni, imprenditore, ricevette un messaggio della ex sul telefono.

La donna a quel punto scoppiò di gelosia, estrasse dalla borsetta il regalo del compagno e glielo restituì, lesionandogli la parte esterna del muscolo cardiaco. Ma il modo in cui impugnava l'arma bianca al momento dell'accoltellamento – ha sostenuto il suo difensore, l'avvocato Antonio Olmi – escluderebbe la volontà di ucciderlo. La tesi del legale è stata accolta dal giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò il compagno al cuore ma non fu tentato omicidio: condannata a 1 anno e 2 mesi

FirenzeToday è in caricamento